@Re_Censo #259 TOPOLINO 3322

TOPOLINO
3322

Oggi parliamo del numero 3322! Iniziamo!

Topolino e il Castello sulla Luna – seconda puntata
Storia di: Andrea Casty Castellan
Disegni di: Andrea Casty Castellan
Topolino, Pippo e Bippo sono sulla Luna per soccorrere una squadra in difficoltà, quando incappano in un mistero ancora più grande e che riguarda il passato di Bippo e la sua fissazione con un fantomatico castello. Sulla Luna scoprono che un imprenditore è interessato all’Elio 3, ma non è l’unico e a quanto pare, persino Bippo aveva ragione: la Luna non è disabitata.
Storia di fondo molto interessante, ma è stata sviluppata con troppa velocità, tanto che non riesco a gustarmela appieno. È forse indirizzata ad un pubblico più piccolino, quindi molte spiegazioni e trovate sono semplici e sbrigative.
Il disegno però continua ad essere il piatto forte dell’intera faccenda, con queste linee molto semplici, su sfondi neutri, con un dinamismo molto classico, che si combina benissimo con alcune scene molto più accattivanti e moderne.
Tutto sommato, mi sarei aspettato qualcosa in più.

La banderuola – L’Enigma della lettera dal passato – ep. 4
Storia di: Marco Bosco
Disegni di: Andrea Malgeri
Paperone e la Numero Uno sono spariti.
I suoi parenti si sono riuniti e divisi in gruppi per seguire gli indizi di Anatrasius e questa volta tocca a Topolino, Minnie e Pippo, partire per Papford e cercare l’ultimo indizio nella speranza di fare ancora più luce sulla scomparsa del ricco papero. Sempre inseguiti dai Bassotti, i tre amici sorvolano la città per studiarla meglio.
Questa è forse la migliore degli episodi, molto più completo, più cadenzato nel racconto, più facile seguire la vicenda e meno precipitoso.
I disegni sono semplicemente stupendi, carichi di dettagli nelle scene narrative, con un bellissimo uso del tratteggio, più semplici e dal tratto minimal e riassuntivo, in quelle di più ampio respiro.

I corti di Paperino, le gioie del buon vicinato
Storia di: Vito Stabile
Disegni di: Maurizio Amendola
Storia breve nella quale si esalta la sfortuna di Paperino. Il poveretto vorrebbe riposare vedendo il suo film preferito, ma i suoi vicini hanno deciso che appestargli casa e suonare giusto sotto la sua finestra, sia giusto, quindi Paperino escogita un piano per distrarli e riuscire a riposare… ma ovviamente sappiamo benissimo come il tutto gli si ritorcerà contro.
Storia godibilissima, molto carina e divertente da leggere, non proprio originale nella tematica, ma lo sguardo su questo quotidiano del protagonista fa sempre uscire il sorriso. Anche in questo caso abbiamo un disegno dal tratto e dalle impostazioni molto classicheggianti e semplici.

Paperina, Paperoga e l’impresa tennistica
Storia di: Giorgio Salati
Disegni di: Francesco D’Ippolito
Paperina ha un nuovo idolo da seguire ed è la tennista Sandy. Guarda caso le coincidenze, Paperoga è riuscito a strappare alla diva dello sport un contratto per gestire e venderne i gadget. Paperina si imbarca con lui in questa nuova avventura, mettendo tutta se stessa nell’impresa, mostrando di avere grandissime capacità e occhi per gli affari, sicuramente più di Paperoga, che come al solito, si metterà in grossi guai.
La storia è davvero sorprendente, molto divertente e il disegno non fa altro che sottolineare le espressioni assurde di questo papero che io amo con tutto me stesso.
Piccola nota sul disegno: ha delle linee molto doppie e modulari, che in alcuni momenti fanno perdere la curva morbida del disegno classico.

Paperino e il colosso di Pianrigoglio
Storia di: Carlo Panaro
Disegni di: Valerio Held
Zio Paperone non vuole assolutamente aiutare economicamente Paperino che fa una ricerca e parte per scovare nuovi tesori e arricchirsi, proprio come ha fatto lo zio. Scopre quindi l’esistenza di una colossale pepita d’oro e con Qui, Quo, Qua arriva a Pianrigoglio e inizia a scavare.
Anche se avrei preferito non vedere altre storie su Paperone fino alla fine del concorso e quindi del suo ritorno, ciò che mi piace di questo fumetto, più che la storia in se, un po’ troppo sbrigativa e che racconta quasi per scatti fotografici, è il disegno con l’uso intenso di tratteggi sugli sfondi, a dar loro più profondità e soprattutto più drammaticità ad alcune scene.

TOP&FLOP!

Questo numero è stata una bella sorpresa, considerando gli alti e bassi dei due precedenti.
La storia che preferisco è Paperina, Paperoga e l’impresa tennistica, per l’umorismo e la comicità di Paperoga e, soprattutto, il modo col quale è disegnata ogni sua espressione. Non che le altre storie non meritino, ma per non offendere nessuno, sono andato sul sicuro.
Mentre il disegno che preferisco, tolto il modo di rendere le espressioni di Paperoga è il quarto episodio La Banderuola sulla scomparsa di Paperone. Meraviglioso l’uso del tratteggio.

Questo è quello che penso, ma ditemi voi, nei commenti qui sotto, cosa ne pensate di questo numero e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

 

 

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!