@Re_Censo #304 Un LIBRO in CROWDFUNDING? The Journey, i Mondi oltre la Breccia!

THE JOURNEY
i Mondi oltre la Breccia

di Pierluigi Carelli

Oggi parliamo di un libro che sta per essere pubblicato, in parte grazie al crowdfunding. Iniziamo!

Come abbiamo già fatto per Mezzosangue, di Vincenzo Romano, avremo ben due puntate riguardo questo libro.
In questa ve lo presento e lo recensisco, mentre nella prossima, parleremo a quattr’occhi con l’autore. Quindi, oggi parliamo di The Journey – i mondi oltre la Breccia.

Ad ora ho la preview, che mi ha passato mio fratello, in attesa che venga stampato ad agosto. Ma da chi? Stiamo parlando di Bookabook, una casa editrice che lascia scegliere agli utenti, attraverso il crowdfunding, quali opere di aspiranti scrittori arriveranno negli scaffali delle librerie.
Ovviamente magari ce ne parlerà poi meglio il nostro autore e di lui dirò brevemente, perché si presenterà nella puntata in cui è ospite.

Pierluigi Carelli, 1994, è studente di medicina e questa, apparentemente, è la sua prima opera.

Detto questo, parliamo di The Journey.
Storia fantascientifica basata sull’esplorazione dei mondi e universi paralleli e sul viaggio nello spaziotempo, qui rappresentato come “la Breccia”. Ambientato in una distopia non lontana dal nostro presente, si apre subito con gli eventi che seguono il loro percorso.
La scena ci presenta sin da subito i protagonisti, un occhialuto Christopher e un giovane Pascal, chiusi in galera per aver commesso un reato: erano nudi nella fontana di Trevi, a Roma.

Ammoniti dal giudice, vengono rilasciati ma subito dopo la storia ci trascina prepotentemente tra le pieghe del loro destino, perché sono inseguiti da un gigantesco armadio armato di pistola e condotti da un uomo molto anziano che sembra essere loro nemico, seppur faccia di tutto per dipingersi diversamente.
Ma rimane, per i due giovani un uomo molto sinistro, ambiguo, e anche causa di alcuni litigi che creeranno piccoli dissidi tra i due giovani.

Ovviamente, mentre costui offre loro un riparo e la promessa di ricondurli a casa loro, dall’altro lato sembra esserci una strana organizzazione, una specie di setta ben strutturata, pronta a frapporsi e il loro obiettivo è chiarissimo, ma ovviamente non ve lo dico! Purtroppo però, in questo libro la loro organizzazione non viene approfondita più di tanto.

I due ragazzi, questo è chiaro, non provengono da questa linea temporale e addirittura, Pascal non è neanche della Terra, ma fa parte di un popolo tribale che se è riuscito a scoprire il fuoco e forgiare il ferro è pure assai. Eppure, questo non lo rallenta e non lo mette in una posizione di svantaggio eccessivo rispetto al suo nuovo amico Christopher.
Le differenze tra i due esistono, sono accennate, ma non sono approfondite.

L’intero racconto ha una rapidità che è inversamente proporzionale alla capacità di ottenere dettagli e particolari sui protagonisti e sul resto dei personaggi in generale. Mi spiego meglio: la lettura risulta molto scorrevole, davvero facile, coinvolgente, ha un ritmo fresco ed energico che ti trascina con forza e gusto per la lettura. Davvero si bevono ventine di pagina per volta. Persino il modo col quale lo scrittore descrive e racconta, anche se alquanto acerbo, è indice che di strada ne ha da fare, ma che è comunque capace di sorprendere il lettore, illudendolo col calarlo in una ambientazione possiamo dire familiare, ma che poi ha dei risvolti ben poco prevedibili e carichi di sorprese.
Al tempo stesso, se questo è il pregio dell’autore, possiamo indicare nella mancanza di una profondità d’indagine, la difficoltà di imparare a conoscere a fondo i personaggi, protagonisti e non solo.
Se quindi conosciamo Pascal come un giovane diciassettenne e Christopher di poco più grande, anche se originariamente avrebbe almeno vent’anni di più, sappiamo poco altro.

Inizialmente l’autore ci concede dei piccoli flashback intesi più come racconti in prima persona, dalla terza narrativa, tramite i quali sono i due amici stessi che si raccontano l’un l’altro, ma in modo forse troppo superficiale e sbrigativo. Allo stesso modo, il racconto è farcito con descrizioni e una smodata attenzione al dettaglio, su elementi che poco c’entrano con la vicenda, basti pensare al modo col quale Christopher descrive Roma e le opere che vanno a vedere mentre passeggiano, parole che prendono il posto e il tempo di un’indagine che poteva essere diretta ad altro. Oppure fa compiere ad alcuni personaggi azioni smodate, scelte eclatanti ed eccessive, per smontarle subito dopo, in un crescendo e uno smorzare che attirano il lettore e in alcuni casi lo deludono, in altri lo sorprendono.

Qui c’è quindi tutto l’essere acerbo di Carelli, che però riesce, al tempo stesso, a creare un impianto, una mitologia, davvero originale, che intreccia la vita di personaggi altrimenti slegati tra loro, e li prepara al loro futuro, alle scelte che dovranno esser chiamati a compiere, conseguenza di una crescita veloce e impellente cui devono sottoporsi per avere salva la vita.

Ecco, se dovessi rifletterci e accostare questo tipo di racconto ad altro di già letto, lo avvicinerei ad Eragorn di Paolini, non per l’ambientazione, ma per lo stile narrativo, giovane, fresco, spensierato, che ha ben in mente dove vuole andare e non guarda in faccia a nessuno, talvolta persino al lettore, sollevando dubbi e interrogativi che non sempre trovano immediata risposta.

Sicuramente non è una lettura adatta ad una persona matura, che potrebbe ricercare più profondità descrittiva, una costruzione dei personaggi più approfondita e una organicità diversa nel racconto, ma sicuramente è una lettura che preadolescenti e adolescenti che si avvicinano ai libri e ai racconti potrebbero trovare piacevole e strumento per viaggi di fantasia di buon gusto, come la mitologia stessa da Carelli ideata suggerisce.

Per come si conclude il racconto, sono sicuro dovrebbe esserci un seguito, quindi non vedo l’ora di leggerlo e di saperne di più e, ovviamente, di leggere la versione conclusiva di questo libro.

Ovviamente, qui lo dico e lo ripeto, non ho avuto alcun tipo di pagamento da parte dell’autore e della casa editrice, quindi a maggior ragione ho voluto parlarvi cuore a cuore del mio pensiero. Carelli è un giovane che ha delle idee chiare, ma un gran bisogno di scrivere e scrivere e scrivere ancora e ancora, per sgrezzarsi e liberarsi di una serie di luoghi comuni tipici dei D&D e di un modo di raccontare un po’ troppo ingessato e di un linguaggio che, nella lettura, diventano ridondanti, ma che un buon editor di sicuro saprà indicare e migliorare, ma appunto, deve scrivere tanto.

E sono convinto che a lungo andare darà delle belle soddisfazioni, perché la testa c’è e anche la capacità e l’inventiva.
Ad esempio mi aspetto che nel prossimo libro si approfondiscano l’Organizzazione, la Fenice e il passato del Saggio di Orione.
Se può sembrare che io abbia indorato troppo la pillola, vi invito a leggere questo libro che, nella sua semplicità, non ha la pretesa di raccontare ogni minimo dettaglio di ogni singolo personaggio, ma ha di sicuro la capacità di trascinarvi, come già detto, nel suo mondo, di rendere reale la propria mitologia e capacità di sorprendere.

Che dite, ci vediamo la settimana prossima con l’intervista?
Se nel frattempo avete domande, fatemele qui sotto e le riporterò in puntata all’autore!
Ditemi la vostra, se avete già acquistato e letto il libro dal crowdfunging nei commenti qui sotto!

E se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram! Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube! Ogni venerdì alle 16, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!