@Re_Censo #53 Jango e Boba Fett LEGAMI DI SANGUE parte #1

 STAR WARS – LEGAMI DI SANGUE

LEGAMI DI SANGUE  6-7-8-9

Pubblicato da PANINI da marzo a giugno 2013, LEGAMI DI SANGUE è suddiviso in 4 uscite. Adattato sempre da MARCO RICOMPENSA, tradotto da LUIGI MUTTI e lettering di ALESSANDRO BENEDETTI.

Racconta di due personaggi tanto amati dal pubblico, seppur non siano trattati molto in profondità dalla serie cinematografica. Sto parlando di Jango e Boba Fett. 19 anni prima della battaglia di Yavin, Il tutto inizia in una scena che da il via ad un flashback.  Jango inizia ad addestrare suo figlio/clone Boba. Ritorna una figura a me molto cara, anche per il modo nel quale viene riprodotta, quasi fedelmente all’attore Christopher Lee. Sto parlando del Conte Dooku che, come ovvio, affida una missione a Jango. Ma Jango non ha la minima idea di chi sia l’uomo da uccidere, non solo perché reso anonimo dal casco che indossa la vittima, ma proprio per l’origine della taglia.

Nella seconda puntata, c’è una serie di eventi che porta Jango a fare passi che normalmente non mi sarei aspettato dalla caratterizzazione del suo personaggio. Ma dopotutto lui è un cacciatore di taglie, uno che si vende al miglior offerente. È difficile sondarne i pensieri e neanche suo “figlio” Boba ci riesce.
Verso la fine del volume, la storia si ricollega al momento nel quale Jango viene fatto fuori dal Maestro Windu. L’eredità passa al figlio Boba, come si vede anche nel film.  E Boba, incuriosito da una taglia che viene affidata, è quasi costretto a scoprire i legami tra questo tizio, Connor Freeman, e suo padre.

Nel terzo capitolo, braccato da una compagnia di sedicenti cacciatori di taglie, Boba è costretto a fuggire con la sua taglia, ambita anche da loro, che sono guidati dal cacciatore Bossk. Tutto il capitolo si incentra quindi sulla fuga di Boba e Connor dalla compagnia di cacciatori che li braccano fino ad un epilogo, almeno apparente, perché conosciamo la storia cinematografica, della sconfitta di Boba. Ma conosciamo Fett e sappiamo che non si lascia uccidere così facilmente.

Ultimo volume, Boba raccoglie dinuovo Connor, scopre la verità dietro il suo viso, la sua natura, il suo legame col padre Jango. Ed è così che so ritorna alla prima tavola del primo capitolo. È l’ultimo confronto prima di giungere alla catarsi e alla verità, alla maturazione di una scelta. Posso dire che, pur non piacendomi i due personaggi, Jango e Boba, in queste pagine ho apprezzato molto quello che è la loro caratterizzazione e le loro scelte e azioni.

DISEGNO: di CHRIS SCALF.
Questa volta la storia è concepita su tavole che hanno uno stile pittorico davvero apprezzabile. L’unica pecca che sto riscontrando è la scelta della carta, troppo liscia o troppo patinata, che riflette in modo incisivo la luce… e quindi non fa vedere, ad esempio con la torcia, i colori per quelli che sono. Ma con la luce del sole, si apprezzano la corposità e la bellezza, la plasticità dei corpi e i dettagli delle navicelle, come lo Slave. Stupendo! Nota assolutamente positiva sono anche i visi, la resa delle espressioni e lo studio fatto sui vari personaggi. Grandiose sono le scene nello spazio. Vorrei parlare delel copertine, ma solo i primi due numeri hanno le copertine inserite prima della storia… quindi soprassiedo.

STORIA: di TOM TAYLOR. Come ho detto, non mi piace il personaggio dei Fett. Li trovo piatti, poco appetibili, ma il modo col quale questa storia è stata raccontata, i retroscena, i collegamenti alla filmografia, e alle scene più belle della trilogia prequel, mi hanno tenuto incollato alle tavole, sino all’ultima vignetta. Forse poco in linea con i miei preconcetti sui Fett, ma perfettamente inserita e in tono con la narrazione tipo di STAR WARS, soprattutto nel contesto del bestiario utilizzato, e degli alieni ripresi per i personaggi che fanno da corollario. In definitiva, una storia avvincente, che scorre senza troppi problemi, una trama ben intrecciata che lascia lo spazio aperto al prossimo ciclo di storie, intitolato BOBA FETT È MORTO, che vedrete nella prossima puntata.

E a voi è piaciuta la storia dietro le scelte fatte dai Fett?

Fammelo sapere con un commento qui sotto, usando l’ashtag #Re_Censorisponde!
E se il video ti è piaciuto, spollicia il mi piace qui sotto!
Vi ricordo che sono su FACEBOOK, TWITTER, GOOGLE PLUS, mi trovate anche su TELEGRAM, PERISCOPE E INSTAGRAM.
Non dimenticatevi di iscrivervi al canale, così da essere sempre aggiornati!
Noi ci vediamo venerdì prossimo, per una nuova puntata! Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento