@Re_Censo #52 un Tandem estivo con Simple&Madama!

TANDEM

Tra le cose che ho acquistato al COMICON di quest’anno, non poteva non esserci un fumetto italiano. Soprattutto se questo è stato disegnato da Lorenza di Sepio.Questa volta il tema è l’estate e il viaggio. Bam! Iniziamo!

TANDEM è stato pubblicato nell’aprile 2016 dalla MAGIC PRESS nel loro solito formato 17,5×24,5, cartonato dal costo di 9.9€.

Come ogni opera di Lorenza, anche TANDEM racconta uno spaccato di vita quotidiana, di vita amorosa, di una coppia tipo… tipo la sua, tipo quella di ognuno di voi, con tanti risvolti comici e caricaturali.

Già quando un paio di anni fa venne a Napoli, alla Star Comics, per presentare LA SCINTILLA, ebbi modo di chiederle, sperando di non averla in qualche modo offesa, se la sua è una comicità che si rifà al modo romanesco di raccontare i fatti di Proietti o Brignano, non solo per il tipo di comicità, ma forse proprio per l’area geografica. Ci vedo molti richiami al riguardo e se volete che vi racconti anche del volume LA SCINTILLA, fatemelo sapere… perché, beh… avevo dimenticato di parlarne, perché ero nel periodo di riformazione del canale e quindi… non potevo registrare. Insomma, se volete, ditemelo!

Passiamo alla storia!

È il cambio di stagione, si abbandonano i colori smorti e si prendono quelli felici e variopinti dell’estate e Madama non è più nella pelle… ma non sta neanche più nei vestiti! Tutto inizialmente  vortica attorno al peso e alla nostra figura riflessa negli specchi. Dovrei farlo anche io, mettere un bel catenaccio ai mobili, o svuotarli di tutto ciò che può far diventare ciccia e brufoli… ma poi ci penso e dico, chi me lo fa fare?
Poi mi guardo alla bilancia e quella fa la stessa fine. Tra una striscia e l’altra si passa poi alle vacanze estive. Al modo di  viverle, ai luoghi comuni che vengono smontati e rivisti nella chiave ironica che Lorenza ci ha insegnato a volere e trovare nelle sue tavole. E neanche questa volta ci ha deluso, o almeno per me è così.

Ho letto TANDEM in fila per la firma, come feci per LA SCINTILLA, e devo ammettere che ho riso molto di più con questo volume che con l’altro.

Sarà che forse mi sono immedesimato di più in quel che ho letto, ma trovo questo come il segno della crescita di un’artista che sale di livello ad ogni pubblicazione.
Forse sono di parte, voi mi direte, che lo sto dicendo per fare bella figura, conoscendo Lorenza. Ma non è così. La ammiro molto e ammiro il lavoro ceh fa. È straordinaria come questo volume!

Come ogni cosa che si legge, uno cerca di immedesimarsi in un personaggio, in una caratterizzazione, sarò io, ma in questo caso è difficile dire “sono Simple” o “sono Madama”. Più semplicemente si passa dall’uno all’altra con una facilità spiazzante ed è forse proprio questo scambio tra i due personaggi che rende frizzante e innovativa la lettura. Non ti incasella in un contesto, ma ti lascia libero e fluido di poter “sbariare”, come diremmo qui, “cambiare” da l’uno all’altra, senza sentirti incoerente.

Ed essendo un po’ figlia dei social, abbiamo delle vignette del tipo “come sono gli altri – come sono io” oppure “come penso di essere – come sono”. E la cosa che più mi ha sorpreso e mi ha fatto sorridere, è la presenza a fine volume, dei tipici giochi dei giornaletti estivi, stile settimana enigmistica e io, che con i rebus sono una frana, ci sono riuscito. O almeno spero. Se voi avete risolto tutti i giochi, fatemelo sapere qui sotto, o mandandomi una foto su facebook o taggandomi su instagram!
Io non ho scritto nulla, detesto scrivere sui libri, figurarsi sui fumetti… ma ho scattato le foto sul telefono e disegnato con la pen. Sono maniacale.

Parliamo un attimino dell’edizione!
Non troviamo, se non in scene rapide e dinamiche, fatte di sguardi e salti rapidi, un accumulo di vignette esagerato. Ma anzi le tavole respirano e il fatto che non siano ingabbiate in un bordo nero, ma lasciate libere, da alla narrazione quel senso quasi onirico e fresco. Adoro, ma tantissimo, le espressioni di sfida e di ira di Madama, i colori delle scene notturne e il riuso di immagini ormai note e familiari del web, come la bambina che fugge, ripresa forse senza accorgersene, nella scena in cui Madama scappa dalla sabbia bollente.

Unica pecca è forse da ricercare nelle macchie di colore rosa shocking che si ritrovano qua e là, forse la stampa non è venuta bene o qualcosa ha macchiato i fogli. Ma più che dispiacere, non succede nulla. In sostanza, adoro questo fumetto e adoro il fatto di ritrovarmi in ogni scenetta, che sia di Simple o di Madama.

Voi cosa ne pensate di questo fumetto? Fatemelo sapere con un commento qui sotto, usando l’ashtag #Re_Censorisponde!
E se il video vi è piaciuto, spolliciate il mi piace qui sotto!
Vi ricordo che sono su FACEBOOK, TWITTER, GOOGLE PLUS, mi trovate anche su TELEGRAM, PERISCOPE E INSTAGRAM. Non dimenticatevi di iscrivervi, così da essere sempre aggiornati! Noi ci vediamo venerdì prossimo, per una nuova puntata! Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento