@Re_Censo #458 TOPOLINO 3435

TOPOLINO
3435

@Re_Censo #458 TOPOLINO 3435

Oggi parliamo del numero 3435! Iniziamo!

@Re_Censo #458 TOPOLINO 3435

Storie e Sceneggiature

Zio Paperone e il tesoro del Golfo di Parma
Storia di: Alessandro Sisti
Disegni di: Giampaolo Soldati
Per commemorare i 120 anni dalla morte di Giuseppe Verdi, in questa storia ancora una volta Paperone, Paperino, Qui, Quo, Qua, partono per Parma in un viaggio tutto italiano, perché il riccastro si è accaparrato un nuovo affare. Per visitare meglio Parma, sfruttano una vecchia guida turistica nella quale sembra esserci però un indizio legato al passato di Verdi. La ricerca di questo meraviglioso tesoro è fatta di incomprensioni e di veloci ricerche, che però, a differenza di storie dello stesso stampo, riusciamo a seguire nonostante la rapidità, perché questa è raccontata con calma e trasporto, aiutando i protagonisti con alcuni piccoli stratagemmi rappresentati da personaggi fuoriusciti praticamente dal nulla, ma che comunque restano credibili. Storia semplice, interessante e soprattutto molto ben articolata.

Ducktopia – Capitolo 3, Il grande incanto
Storia di: Francesco Artibani, Licia Troisi
Disegni di: Francesco D’Ippolito
Ok ok, forse ho avuto un giudizio troppo frettoloso nella scorsa settimana, per quanto riguarda il secondo episodio di Ducktopia, perché quello che la volta precedente veniva raccontato con troppa rapidità, e che quindi smontava completamente la tipologia di viaggio e racconto fantasy, questa volta invece viene praticamente ripreso alla grande, tanto che sul finire della seconda parte, viene finalmente approfondito e ogni cosa viene posta sotto la luce della verità. Capovolgendo completamente il tipo di racconto, viene mostrato come tutto è iniziato e persino le azioni che conducono al finale della storia possono essere seguite con chiarezza, fascino e il giusto trasporto per una classica storia fantasy, che proprio in questo episodio diventa più originale di quanto non lo sia stata in precedenza.

Siamo Serie! Episodio 4: Una papera sul set
Storia di: Sergio Badino
Disegni di: Silvia Ziche
Nell’ultima puntata di Siamo Serie!, i problemi continuano a crescere a dismisura, soprattutto quando, finite le riprese in interno, Paperina, Chiquita e gli altri si sposteranno in un paesino, per quelle in esterno. Purtroppo però questo posto è un conglomerato di personaggi e regole particolarmente assurde che non faranno altro che irritare Paperina a dismisura. Ma la giovane showrunner non si farà abbattere e, come abbiamo visto sinora, cercherà con tutta la caparbietà e gli strumenti di cui è dotata di barcamenarsi tra le difficoltà per raggiungere il suo obiettivo. Se all’inizio di questa avventura temevo che la storia potesse diventare una strana brutta copia di X-Music, che ci ha fatto vedere il dietro le quinte senza mai mostrarci realmente cosa poi accade sul palcoscenico, qui invece abbiamo tutti i piccoli e vari aspetti di una produzione televisiva, che vengono raccontati veramente molto nel dettaglio e anche se non si arriva a mostrare il montaggio e la post-produzione, ci si può ritenere comunque soddisfatti di una storia veramente molto ben raccontata, che ha un ritmo davvero tanto incalzante, soprattutto ancora una volta per merito delle grandi battute di spirito di alcuni personaggi che stemperano la tensione.

Sopravvivi con Indiana – Il riparo
Storia di: Marco Bosco
Disegni di: Cristian Canfailla
I consigli di Indiana Pipps sul viaggio, questa volta si concentrano, a differenza della precedente, su come costruire un rifugio in base alle necessità del momento e, ancora una volta quindi, sfrutta il gioco delle voci fuori campo e delle azioni espresse da tutti gli altri personaggi, alternando così consigli a momenti di ironia e ilarità.

Zio Paperone e il Centounesimo Canto, secondo episodio
Storia di: Alessandro Sisti
Disegni di: Alessandro Perina
La seconda puntata sulle avventure in Italia all’inseguimento delle azioni di Dante Alighieri, vede proseguire le indagini dei nostri ormai fidati paperi, ma purtroppo le azioni dell’ultimo Guelfo Nero intralciano la loro ricerca e, soprattutto, sembrano mettere in pericolo Paperino e Paperone, che finiscono così in un fiume. Ancora una volta però, la ricostruzione, possiamo dire, storica delle gesta e soprattutto del quotidiano di Dante Alighieri, vengono osservate tramite lo stratagemma degli occhiali e questo ci permette un’immersione ancora più approfondita nella vicenda, su due binari diversi. Quella dell’indagine e quella di uno sguardo indietro nel passato, che forse ancora più bella dell’indagine stessa. Ancora una volta quindi, la storia è veramente intrigante e coinvolgente e si riesce a seguire con vero interesse, nonostante gli indizi sulla vera identità del Guelfo Nero iniziano a comparire in maniera anche abbastanza palese.

Disegni e stile

Copertina che tributa onore e lustro al grandioso Maestro Verdi, qui rappresentato nell’atto di dirigere l’orchestra. Bella la ricostruzione del suo aspetto, con un Paperone vittorioso e compiaciuto. Bella, davvero bella!

– Il disegno della storia su Giuseppe Verdi ha una linea alquanto presente, che va via via semplificandosi e assottigliandosi man mano che si allontana dai primi piani, verso gli sfondi, senza rischiare il fastidioso effetto sticker che separa gli elementi gli uni dagli altri. Anzi, ci presenta forme e figure molto volumetriche e tridimensionali, con una pulizia della linea e del colore, reso a tinte piatte, che rende così le scene molto immediate alla lettura.

– Il disegno di Ducktopia non cambia minimamente rispetto alle volte precedenti, ma stavolta le vignette diventano ancora più grandi per raccontare gli scenari e prendono alcuni tagli ancora più cinematografici, assottigliandosi. Cambiano i colori, iniziano a essere introdotte delle tinte quasi monocromatiche nel momento in cui gli incantesimi iniziano a spezzarsi, quasi come se i personaggi venissero raccontati finalmente sotto la bolla incantata nella quale sono rintanati, e lo stile che viene quindi utilizzato per particolareggiare tutti i personaggi presenti è veramente affascinante, anche se rimane il mio giudizio negativo riguardo le fisionomie di Topolino, che assolutamente non c’entrano nulla e con lui ovviamente Minnie.

– Ancora una volta nulla di nuovo per Siamo Serie!, in un disegno che ancora sottolinea le espressioni dei personaggi, anche quando Paperina rompe la quarta parete e fissa il lettore. Quindi, attraverso le espressioni soprattutto della povera showrunner, che si simpatizza con lei, ci immedesimiamo nei problemi che deve vivere e tiriamo veramente un grande sospiro di sollievo quando tutto sembra filare liscio. È sempre un vero piacere vedere all’opera la linea così personalizzata della Ziche.

– Il disegno delle avventure di Indiana Pipps cambia disegnatore e la linea riesce così a creare dei volumi più apprezzabili, rispetto alla volta precedente, nonostante anche stavolta non sia particolarmente morbida. Anche se più fedele alle fisionomie dei personaggi, ottiene lo stesso risultato della volta precedente, creando vignette facilmente leggibili, anche se con un maggior numero di dettagli raffigurati.

– Anche per il disegno sulle avventure del Centunesimo canto di Dante Alighieri non cambia e rimane uguale al precedente, con questa linea molto semplice che continua a essere offerta da Perina, che firma la fisionomia dei paperi con il becco leggermente pronunciato. A essere più interessante, a dire il vero, sono ancora una volta gli scorci paesaggistici, i vicoli dei paesini e dei borghi del tempo e soprattutto, entusiasmante si fa l’incontro in retrospettiva con Giotto nella famosa cappella degli Scrovegni, che all’epoca stava dipingendo. Veramente entusiasmante.

Vi aspetto nei commenti qui sotto, ditemi cosa ne pensate! E se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14 e ogni venerdì alle 16, due nuove puntate!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento