@Re_Censo #424 TOPOLINO 3414

TOPOLINO
3414

@Re_Censo #424 TOPOLINO 3414

Oggi parliamo del numero 3414! Iniziamo!

@Re_Censo #424 TOPOLINO 3414

Storie e Sceneggiature

Mi chiamo Paperinik, prima parte
Storia di: Marco Gervasio
Disegni di: Davide Cesarello
La storia, avviata la settimana scorsa, su Paperinik, prende finalmente avvio in questo numero e vediamo quindi l’uscita sulla piattaforma streaming del nuovo film di Duckan. Un film che mette decisamente in cattiva luce il nostro supereroe a scapito della sua persona e di quella di Paperino, che tenterà in tutti i modi di scagionare il suo Alter Ego, ma purtroppo a farne le spese è un innocuo Archimede. La vicenda è molto bella, ritmata, molto fresca e dal sapore originale, che però riesce comunque a rientrare in quella ambientazione che abbiamo imparato a conoscere, non solo per Paperinik ma anche per il suo avversario di ritorno, appunto, Duckan stesso.

Area-15 la combo perfetta 2
Storia di: Claudio Sciarrone
Disegni di: Claudio Sciarrone
Ad Aria 15 la sfida si sposta all’interno del deposito di Paperone, nel quale Quo si sta allenando duramente per aumentare la sua performance sulla nuova console della PDPX. La sfida si fa ancora più intensa quando il rivale di Paperone, Rockerduck, lancia sul mercato la sua nuova console e la competizione si sposta da quella tra aziende ad una più digitale. La vicenda è raccontata con un ritmo veramente incalzante e usa anche tutta una serie di piccoli eventi per spiegare come funzioni questo ambiente, rendendoci così partecipi effettivamente di ciò che accade nel mercato e nel dietro le quinte della narrazione.

Zio Paperone e l’albergo senza stelle
Storia di: Pier Giuseppe Giunta
Disegni di: Mattia Surroz
In questo episodio, ancora una volta vediamo sfidarsi Paperone e Rockerduck e Paperone ha ultimamente rilevato una nuova catena di alberghi, che inizierà a gestire al risparmio, pubblicizzandoli come se fossero l’idea del secolo per vivere al risparmio, indirizzati a una vita di successo come la sua. Nonostante la storia sia molto breve, riesce a farsi seguire tranquillamente, senza nulla a pretendere.

X-Mickey Mestieri impossibili – Il Bagnino
Storia di: Augusto Macchetto
Disegni di: Roberto Marini
La nuova avventura di Pipwolf rimane comunque molto breve e ci presenta il personaggio intento nel suo nuovo mestiere di bagnino. Bagnino di una spiaggia molto particolare, dove ogni cabina sembra dare su un mondo diverso l’uno dall’altro. La vicenda in realtà sembra più pubblicizzare questa spiaggia o il mestiere stesso del personaggio, anziché raccontare una vera e propria storia. Insomma, niente di particolare e non mi ha neanche tanto attirato.

Topolino e il trionfo della Macchia
Storia di: Alessandro Sisti
Disegni di: Blasco Pisapia
Per festeggiare i 90 anni di Pluto si dà avvio a una storia doppia. La prima parte vede la narrazione incentrarsi su Topolino che deve aiutare il commissario e un certo riccone, il signor De Pintis, a mettere in sicurezza un quadro dal valore inestimabile. Ma Macchianera sa il fatto suo e riesce a intrufolarsi, nonostante le misure di sicurezza adottate. L’escamotage utilizzato viene però subito svelato da Topolino che così mette ordine nella situazione, portandoci ha un finale forse sin troppo rocambolesco e quasi d’altri tempi.

Pluto e il trionfo di Macchia
Storia di: Alessandro Sisti
Disegni di: Blasco Pisapia
La seconda parte di questa storia vede come focus Pluto, ma a dire la verità sono rimasto alquanto deluso da come la storia è stata trattata, perché mi aspettavo che tutto si incentrasse su di lui e invece gran parte della vicenda è semplicemente un riprendere pari passo le stesse identiche vignette e tavole della precedente versione e applicarci i baloon di pensiero al personaggio di Pluto, differenziando le scene in cui effettivamente è lui il protagonista. Un modo di fare che approfondisce sicuramente la narrazione, ma effettivamente poi non dà nulla di nuovo.

Disegni e stile

-Come abbiamo visto già la settimana scorsa, il ritorno di Paperinik è disegnato da Cesarello che ci mostra così una linea molto moderna, ma allo stesso tempo riesce a mantenere le proporzioni classiche del disegno Disney e lo fa con una impostazione delle scene molto semplice, ma che riesce comunque a valorizzare i volumi e gli spazi. Non siamo al cospetto del solito Paperinik ma è comunque interessante vederlo con questa linea così diversa.

-Come già detto la settimana scorsa, per Area 15 il disegno non riesce a piacermi, perché nonostante la linea sia veramente bella da vedere, a volte molto presente forse fin troppo, e i volumi ne escono ben delineati, purtroppo le proporzioni vengono sconvolte e allo stesso tempo anche le espressioni dei personaggi vengono talmente tanto esaltate da far perdere loro quella bellezza che li ha sempre caratterizzati. Un disegno che quindi si allontana da Foglie Rosse per essere ancora più accattivante per le nuove generazioni, risultando però quasi lo scimmiottare degli stili più classici e belli da vedere.

-Il disegno dell’albergo di zio Paperone è veramente bello da vedere, ha una linea sicuramente molto presente che in alcuni momenti fa sembrare i personaggi come degli sticker, quindi molto separati dagli sfondi, quasi fluttuanti, ma il fatto che questa linea cambi spessore, aiuta molto a leggere i piani e quindi a esaltare i volumi e allo stesso tempo, ovviamente, anche a particolareggiare le espressioni che assieme alle proporzioni più classiche dei personaggi, li rende veramente gradevoli da vedere.

-Il disegno di Pipwolf segue un poco la particolarità di questa storia. Ancora una volta è diverso dalla storia precedente, ha una linea più modulare, ma allo stesso tempo deformante e le scene risultano essere veramente molto bucoliche e alle volte veramente confusionarie. C’è qualcosa in questo disegno che non riesco ad apprezzare, ma non riesco ancora a definire quale sia.

-Il disegno della prima parte di Topolino e Pluto con Macchia Nera non riesce a piacermi. Ha una linea particolarmente presente, che però snatura i personaggi non solo nelle loro proporzioni, ma anche nel loro aspetto e fisionomie. Passi per l’escamotage in cui Topolino non è realmente Topolino e quindi è ovvio che non gli deve perfettamente somigliare, però i personaggi perdono quasi la loro anatomia, curvandosi e semplificandosi fin troppo.

-Il disegno non cambia assolutamente tra le due versioni, è solo un ripetere. Magari mi sarebbe piaciuto che fosse approfondito di più e che il protagonista d’eccezione, appunto Pluto, fosse stato disegnato con più accuratezza.

Vi aspetto nei commenti qui sotto, ditemi cosa ne pensate! E se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14 e ogni venerdì alle 16, due nuove puntate!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x