@Re_Censo #418 TOPOLINO 3411

TOPOLINO
3411

@Re_Censo #418 TOPOLINO 3411

Oggi parliamo del numero 3411! Iniziamo!

@Re_Censo #418 TOPOLINO 3411

Storie e Sceneggiature

La Banda Bassotti e il furto quasi perfetto
Storia di: Silvia Ziche
Disegni di: Silvia Ziche
Finalmente torna Silvia Ziche che ci propone una delle sue fantastiche avventure. Tocca ancora una volta a Paperone e alla Banda Bassotti, a cui questa volta si aggiunge una loro lontana cugina che, con le sue capacità e doti sopraffini, mette su un piano molto ben articolato per derubare il vecchio riccastro. La storia ha un ritmo molto incalzante e trascinante, sicuramente aiutato dal disegno che vediamo dopo, e gli eventi si succedono in maniera molto naturale. Sembra quasi rivedere la puntata di un telefilm che si interrompe sul più bello, per darci l’arrivederci alla prossima settimana.

Pianeta Paperone – Mai più Limousine
Storia di: Vito Stabile
Disegni di: Marco Rota
Questa seconda storia vede come protagonista la limousine di Paperon Dé Paperoni. L’auto che ha sempre contraddistinto il ricco papero sembra non soddisfarlo più come un tempo e decide di disfarsene. Ma la malinconia e l’amore per la sua vecchia auto fanno rinsavire il papero che decide quindi di ritornarne in possesso, ma la strada per la meta è dura. Questa avventura è molto particolare, perché ha il tipico sapore di quelle storie vintage di altri tempi e non solo perché raccontata secondo quei canoni, ma è anche disegnata allo stesso modo, ma lo vediamo dopo.

Pippo e la tettoia indispensabile
Storia di: Rudy Salvagnini
Disegni di: Cristian Canfailla
In questa storia troviamo un Pippo alle prese con la demolizione sistemata e organizzata della propria casa, perché per una serie di strani eventi e coincidenze, la sua casa non è stata accatastata negli uffici del comune. Ad aiutarlo a vederci chiaro è Topolino, che si inerpica nelle pratiche burocratiche. La vicenda è molto particolare, ben raccontata e con un ritmo molto interessante. Riesce a spiegare chiaramente concetti altrimenti difficili. Peccato sia così breve!

Paperino e la poltrona dei poltroni
Storia di: Sisto Nigro
Disegni di: Mattia Surroz
In questa avventura troviamo Paperino alle prese con un’altra sessione di ozio e relax, ma è perennemente distratto dalla pubblicità di una poltrona ultra comoda e ultra tecnologica. Se dapprima non è interessato al gingillo tecnologico, questo diventa il centro dei suoi pensieri e deve averlo a tutti i costi. Purtroppo per lui, nonostante gli sforzi e la fortuna che per la prima volta sembra baciarlo, il relax tarda ad arrivare, catapultando il povero papero in un ennesimo problema tutt’altro che rilassante. Questa storia è carica di elementi e di dettagli, che si intrecciano l’uno con l’altro in maniera molto dinamica, presentandoci una serie di eventi apparentemente scollati tra loro ma che poi trovano la loro giusta collocazione, rendendo la vicenda davvero interessante da seguire.

Gambadilegno in: dove non osano le aquile
Storia di: Gabriele Mazzoleni
Disegni di: Sergio Cabella
Una storia breve nella quale troviamo di nuovo Gambadilegno e Sgrinfia alle prese con il risultato di un nuovo colpo e questa volta il tesoro sembra essere un uovo d’oro. In realtà, la storia sembra un qualcosa di già visto, soprattutto nelle gag con l’aquila ed è in realtà veramente poco originale, ma comunque raccontata bene e soprattutto disegnata in maniera molto intrigante.

Area15 – La Combo perfetta – Speciale preview 1
Storia di: Claudio Sciarrone
Disegni di: Claudio Sciarrone
L’ultima più che una storia è l’anteprima di una nuova avventura dedicata all’Area 15 e che vede questa volta come protagonista Quo, l’ultimo dei tre paperotti che ancora non si era avvicinato al Club. Lì porta la sua passione per il videogioco e in men che non si dica contagia tutti.

Disegni e stile

Silvia Ziche, nella prima storia, ci propone non solo il suo modo di raccontare una storia, ma anche di presentarla per immagini. La sua è una linea molto morbida, ma soprattutto molto personale e che di sicuro si allontana da quelli che sono i canoni della Disney, ma allo stesso tempo ci propone i personaggi con uno stile molto morbido e una linea molto curva, che non danneggia le proporzioni, i volumi e la riuscita dei personaggi in generale, ma anzi ne esalta le espressioni, li umanizza in una maniera incredibile. Persino le scene di dialogo fitto tra i Bassotti non annoiano il lettore, perché c’è un continuo cambio di piani e di inquadrature.

-Il disegno sulla limousine di zio Paperone è molto particolare, perché, come la storia rispecchia dei canoni molto vintage, così fa anche lo stile di disegno. Uno stile che torna indietro nel tempo, assume una linea morbida, ma allo stesso tempo quasi priva di giochi di spessore e ogni forma e volume diventano molto morbidi e tondeggianti, quasi a perdere la loro reale consistenza. Anche le vignette e il modo in cui sono disposte nelle tavole e come sono costruite le scene al loro interno, fanno pensare stili del passato.

-La storia di Pippo segna l’ingresso di Canfailla nel team e il suo è un disegno bello da vedere, che si rifà a proporzioni classiche, ma con una linea molto più moderna. I volumi che ne risultano sono belli da vedere, le campiture pulite e la descrizione degli spazi dà una bella profondità alle scene. Unica pecca, un po’ come tutti, il muso di TopolinoNon ci siamo.

-Nella storia di Paperino e la poltrona tecnologica, vediamo il ritorno di Mattia Surroz che si dedica nuovamente a una storia Disney e lo fa con una linea di contorno dei personaggi molto presente, tanto che alle volte sembrano quasi degli sticker applicati sullo sfondo e altre invece si fondono benissimo l’uno con l’altro. Il taglio stilistico sembra ricordare quello utilizzato per Bum-Bum. Vignette dal taglio molto moderno, pose molto dinamiche che sottolineano ancora più forza ai volumi, che questo disegnatore riesce a creare.

-Il disegno della storia di Gambadilegno e Sgrinfia è molto moderno, ha una linea davvero molto modulare che riesce ad esaltare i volumi dei personaggi e soprattutto, questa volta, molto più ringiovanito e con un look più bello ritroviamo proprio Sgrinfia. Le vignette sono molto semplici, hanno pochi dettagli ma sono comunque efficaci.

-Essendo comunque un’anteprima, per Area 15 non c’è granché da dire, anche perché il disegno è praticamente uguale a quello delle puntate precedenti, con questa linea molto moderna, molto plastico e volumi molto accattivanti, per cui staremo a vedere cosa ne uscirà.

Vi aspetto nei commenti qui sotto, ditemi cosa ne pensate! E se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14 e ogni venerdì alle 16, due nuove puntate!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento