@Re_Censo #409 TOPOLINO 3406

TOPOLINO
3406

@Re_Censo #409 TOPOLINO 3406

Oggi parliamo del numero 3406! Iniziamo!

@Re_Censo #409 TOPOLINO 3406

Storie e Sceneggiature

Musicalisota – Pt. 1 Mai più Rintronati
Storia di: Giorgio Salati
Disegni di: Nico Picone
In questo primo episodio, ovviamente essendo in tema musica, torniamo di nuovo nel mondo dei paperotti adolescenti appassionati di musica, che hanno fondato la loro band “I Rintronati“. Li abbiamo lasciati dopo l’esperienza di X-Music ed è sempre un po’ il passato di Paperino che ritorna a dare un’occasione ai giovani musicisti. In realtà è solo un prologo e nonostante in realtà non si dimostrino realmente le capacità dei ragazzi, riesce a dare un’ampia prospettiva di come funzioni il mondo delle band e dei concerti. Nonostante non è il tema che più mi appassiona, risulta comunque leggibile.

Gastone e la solitudine del Quadrifoglio, Ep.2
Storia di: Marco Nucci
Disegni di: Stefano Zanchi
Abbiamo visto come Gastone stia vivendo la sua seconda vita, nel frattempo Paperopoli non se la sta passando per niente bene ed è proprio Ciccio con Nonna Papera che portano la notizia al fortunato papero. Devo essere sincero, nonostante questo episodio abbia una sua naturale prosecuzione rispetto al primo, in realtà mi aspettavo una evoluzione completamente diversa, per dare l’opportunità e occasione alla storia di svilupparsi e di continuare, invece qui si conclude. Sembra essere stato messo su un impianto talmente carico, denso, bello, coinvolgente, che è un vero peccato che si arrivi così rapidamente all’epilogo. Sembra quasi un’occasione mancata per approfondire ancora di più questo papero e soprattutto questo modo di disegnare, come vediamo dopo.

Sanromolo, Ep.3 Buon viso e Cattivo gioco
Storia di: Pietro B. Zemelo
Disegni di: Luca Usai
Torniamo sul palcoscenico di Sanromolo che vede accendersi i riflettori della prima serata, ma in realtà il racconto continua a prendere vita nel dietro le quinte, raccontando proprio quello che accade tra gli artisti e tutti gli aiutanti che fanno parte della produzione, mostrandoci così le difficoltà che si incontrano dietro una manifestazione così enorme.

Sanromolo 2010 –Ep.4 La ricetta della felicità
Storia di: Pietro B. Zemelo
Disegni di: Alessandro Perina
L’ultimo episodio di Sanromolo torna nuovamente a raccontare il dietro le quinte; proprio non ce la fanno a farci vedere cosa succede invece sul palco! Troviamo quindi Amaduck e Paperello che cercano di portare pace tra i vari artisti, mentre i problemi si susseguono prima della diretta. Più che raccontare il festival in sé, quello che passa è più l’atmosfera e lo spirito italiano, a dispetto di un Paperone che invece deve avere a che fare con la sua tirchieria. Per fortuna ci siamo tolti di mezzo anche questo, che è risultato essere un quartetto di storie senza infamia e senza lode.

Topolino e il caso della cosa nella casa
Storia di: Sisto Nigro
Disegni di: Andrea “Lapis” Malgeri 
Questo episodio è dedicato a una delle tante strambe idee di Pippo, che assieme a Gancio decide di darsi alle investigazioni, aprendo la loro agenzia e facendosi aiutare dal suo zio inventore. Ciò che mi dà particolarmente fastidio è Topolino che viene raccontato con una spocchia incredibile, perché, nonostante sappia come è fatto Pippo, i suoi commenti sono comunque molto taglienti e urticanti, mostrandosi come se solo lui sapesse tutto. In realtà, la vicenda si tinge di mistero quando riescono a ottenere il loro primo vero caso e sembra quasi di rivedere una puntata di Scooby-Doo, ma anche in questo caso il mistero dura veramente troppo poco, perché è stesso il colpevole a raccontare il misfatto.

Zio Paperone e il profumo del tempo
Storia di: Fabio Michelini
Disegni di: Andrea Ferraris
L’ultimo episodio di questo fumetto è dedicato all’ennesima idea di Paperone, per guadagnare e speculare su ogni cosa e stavolta tocca proprio al tempo. Chiede a Archimede di creare un apparecchio che convogli il tempo perso degli altri, per rivenderlo e lucrarci sopra, ma ovviamente non presta orecchio agli avvertimenti di Archimede sulla relatività del tempo e così la storia arriva, precipitosamente, a una conclusione devastante, sia per le finanze di Paperone, sia per la fisica, che chiederà poi il conto.

Disegni e stile

-A dispetto dello stile dato a X-Music, il ritorno dei Rintronati ha uno stile di disegno molto moderno, che rispetto a qualcosa di più classico, mantiene semplicemente le proporzioni dei personaggi, mentre le linee e i colori, le impaginazioni sono molto più americaneggianti, moderne e quindi dinamiche.

-Come abbiamo visto già nella sua prima parte, Gastone, anche questa vola ha un disegno veramente eccezionale. Il risultato è qualcosa di veramente molto maturo, perché riesce a darci e trasmetterci tutte le sensazioni che vive il personaggio principale e questo avviene non solo per il tratto della linea, ma anche e soprattutto per l’impaginazione data al disegno e ancora al colore, aiutato dalle sfumature e dalle ombre che riescono a fare risaltare i volumi dei personaggi e degli ambienti, rendendo una plasticità incredibile e dei volumi assurdi. Sono forse proprio questi a rendere il disegno molto maturo, veramente un peccato che la storia si concluda qui.

-Per Sanromolo, praticamente nulla è cambiato rispetto agli episodi precedenti. Lo stile del disegno è sempre molto moderno, nonostante però mantenga le proporzioni classiche dei personaggi. Però il fatto che sia così incentrato sui due protagonisti, lo rende un disegno appunto più nuovo, più moderno ma senza nulla a pretendere.

-Come abbiamo visto in precedenza, ancora una volta per Sanromolo i disegnatori cambiano. Arriviamo all’ultimo che mantiene sicuramente il suo stile nel raccontare questa ambientazione. Particolareggiando qua e là le vignette, ma dando sicuramente molta più importanza alle espressioni dei personaggi, sostanzialmente nulla di diverso rispetto alle tre storie precedenti.

-Il disegno di Topolino e dell’agenzia di Pippo è particolare, perché sicuramente ha una linea molto moderna che stravede le fisionomie del topo, ma allo stesso tempo riesce a raccontare benissimo le fisionomie di Pippo, Gancio e degli altri personaggi, anche se lo zio non mi piace per niente come è reso. Allo stesso tempo però, rievoca attraverso le vignette e l’impostazione all’interno delle scene, stili d’altri tempi e solamente verso la fine Topolino sembra riprendere in parte la sua fisionomia, ma dura poco.

-Il disegno sul profumo del tempo è molto classico e devo dire, sicuramente molto più retrò rispetto alle storie viste fino a questo momento, perché seppur la linea sembri molto moderna, in realtà è quanto di più classico possiamo trovare, tanto che, ad esempio, primo indizio fra tutti, i becchi dei paperi sono rappresentati con una forma più squadrata, più bombata e meno morbida rispetto al solito, ma non è l’unica cosa che salta all’occhio, infatti anche le espressioni e un po’ le proporzioni sembrano più squadrate, tipiche però del disegnatore Ferraris che riesce a dare consistenza e coerenza all’intero episodio.

Vi aspetto nei commenti qui sotto, ditemi cosa ne pensate! E se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14 e ogni venerdì alle 16, due nuove puntate!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento