@Re_Censo #370 TOPOLINO 3386

TOPOLINO
3386

@Re_Censo #370 TOPOLINO 3386

Oggi parliamo del numero 3386! Iniziamo!

@Re_Censo #370 TOPOLINO 3386

Storie e Sceneggiature

Newton Pitagorico e gli Incubi dell’Incubatrice
Storia di: Marco Nucci
Disegni di: Stefano Intini
In prossimità di Halloween, troviamo la prima storia dedicata alla paura e all’horror. Qui è attanagliato da un incubo ricorrente e Newton Pitagorico decide di dargli una mano, sfruttando un’invenzione che dovrebbe portarlo alla vittoria nella sua fantomatica gara con Archimede. Nella sua brevità, la storia ha un ritmo molto coinvolgente, fresco, dinamico e l’elemento a sorpresa raccontato sul finale è molto divertente, oltre che inquietante.

L’Isola dei Misteri, Capitolo 2° – Il Segreto dell’Isola
Storia di: Francesco Artibani
Disegni di: Lorenzo Pastrovicchio
Mentre le due nuove arrivate Minnie e Daisy fanno un giro turistico di quest’isola misteriosa, alla conoscenza e scoperta di tutto ciò che il Capitano Nemo ha creato e costruito, due vecchie conoscenze tornano a farsi vedere e a far parlare di sè. Sto notando che queste storie hanno un inizio molto avvincente, molto trascinante, ma poi nello sviluppo, per arrivare alla conclusione, semplificano forse un po’ troppo. Avrei preferito un’evoluzione forse un po’ più organica.

Gli Italici Paperi – Ep. 3, Oltre i Confini
Storia di: Matteo Venerus
Disegni di: Emmanuele Baccinelli
In questo terzo episodio, Paperonoro riesce nei suoi intenti e con lui anche Tizio Caio, che avanza rapidamente nella gerarchia romana. In questo paesaggio in continua evoluzione politica e culturale, si affaccia un vecchio nemico di Paperonoro che vuole stracciarlo negli affari, ma ovviamente conosciamo tutti il protagonista di questa storia e sappiamo anche come va a finire. Lo spaccato che viene raccontato di questa società di commercianti è molto divertente e si rifà sicuramente a scene che noi ben conosciamo e sperimentiamo nei mercati rionali attuali.

Vita da Rock Band, Il Tour
Storia di: Giorgio Salati
Disegni di: Emilio Urbano
Ancora un piccolo episodio su Tip e Tap agli inizi della loro carriera musicale e questa volta Topolino concentra il suo racconto sull’organizzazione di serate nei locali, con tutte le complicazioni del caso. Solito racconto lineare e tranquillo che però a me continua a non dire niente.

Zio Paperone e la gara dei parsimoniosi
Storia di: Jens Hansegård
Disegni di: Marco Rota
In questa storia d’altri tempi, troviamo Paperone, Qui, Quo, Qua e Paperino in viaggio per la Scozia, dove Paperone parteciperà a un’antica gara che ha sempre dato tanto lustro alla famiglia de’ Paperoni, sfidando un suo lontano parente a chi tra i due è il più bravo risparmiatore. Il ritmo della vicenda è molto serrato e riesce a saltare da un personaggio all’altro mostrandoceli al meglio di se stessi, con una buona dose di ironia senza però fuoriuscire dai tradizionali binari che hanno quindi caratterizzato i personaggi sin dall’epoca.

Amici e Nemici – Mickey 2.0 Ep. 2
Storia di: Luca Tito Faraci
Disegni di: Claudio Sciarrone
In questo secondo episodio, la vicenda inizia a ingranare rispetto alla puntata precedente che era molto introduttiva. Topolino, ancora non ha ben chiaro quale sia il suo compito nell’azienda che lo ha riportato sulla Terra dalla Luna, ma nel frattempo inizia a intrecciare rapporti con gli altri discendenti degli amici del suo avo Topolino, mostrandoci come il destino non sia predeterminato solo per l’appartenenza della famiglia o ereditando lo stesso nome e al tempo stesso la storia è veramente densa di comicità e di colpi di scena interessanti.

Disegni e stile

-A differenza della settimana scorsa, questa volta Qui, Quo, Qua e Newton Pitagorico tornano essere disegnati secondo lo stile di Intini, che ci ripresenta il suo disegno con linee più graffiate e proporzioni deformi, ma che funzionano veramente molto, molto bene, visto anche il tema trattato. Nulla di nuovo nel suo modo di disegnare, cambiano solamente alcuni colori, più cupi, a sottolineare il tema horror.

-Per l’Isola Misteriosa, nulla di nuovo sul versante dello stile del disegno, che continua a essere molto particolareggiato nei dettagli, soprattutto nelle vignette di più ampio respiro dei paesaggi, ma trovo veramente interessante la linea che cambiando nello spessore, crea molto dinamismo e tridimensionalità. Unica pecca sono forse le espressioni di Topolino e Minnie, che ben poco hanno a che fare con quelle classiche.

-Ciò che premia tanto Italici Paperi è il disegno, la cui linea abbiamo capito essere alquanto classica, ma incontra la modernità soprattutto nell’impaginazione delle vignette che si rimpiccioliscono, sfruttando un linguaggio più cinematografico. Non perdono assolutamente di dettagli, ma anzi nell’assottigliarsi delle linee, si riesce ad apprezzare meglio tutto quello che viene inserito all’interno delle singole vignette. I cambi di inquadrature e le posizioni dei personaggi creano un forte dinamismo, che è un vero piacere da vedere.

-Per Tip e Tap, anche il disegno non cambia assolutamente, rispetto numeri passati, per cui la linea è sempre molto presente, deforma le fisionomie e le proporzioni dei personaggi, con l’intento di essere moderno, giovane e accattivante ma col risultato di allontanarsi solamente dalla classicità disneyana.

-Il disegno della storia di zio Paperone torna a essere quello classico di un tempo, non solo per l’impaginazione delle vignette molto strette, quasi delle strisce, ma soprattutto per la linea del disegno stesso, le proporzioni e le fattezze dei personaggi, nonché ovviamente anche per la colorazione. Un disegno molto succoso.

-Ciò che mi fa ancora più piacere rispetto alla storia di Mikey 2.0 è proprio il disegno che già rispetto al precedente episodio continua a evolversi. Se lo vediamo più vicino a Foglie Rosse nei personaggi secondari, più acerbo invece è soprattutto per i protagonisti, in particolar modo proprio Topolino, ancora lontano dalla visione Disney più moderna, per le sue proporzioni e fattezze ancora troppo ingessate che lo rendono molto innaturale. In più il colore è molto saturo e gioca di forti contrasti, ma le forme già iniziano a creare quei volumi che rendono interessante lo stile di questo disegno.

Vi aspetto nei commenti qui sotto, ditemi cosa ne pensate! E se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14 e ogni venerdì alle 16, due nuove puntate!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento