@Re_Censo # TOPOLINO 3357

TOPOLINO
3377

@Re_Censo #354 TOPOLINO 3357

Oggi parliamo del numero 3377! Iniziamo!

@Re_Censo #354 TOPOLINO 3357


Storie e Sceneggiature

Paperinik e la vacanza di Fortuna
Storia di: Marco Gervasio
Disegni di: Roberto Vian
Questo episodio è diviso in due parti e vediamo questa volta come Paperino sia costretto a una vacanza con Gastone che a sua insaputa si trova a essere infilato in un macchinoso piano di alcuni rapinatori. Il fatto che sia divisa in due parti, riesce a mantenere alta la tensione narrativa e a tenere legato il lettore alle pagine e nonostante poi non sia disegnata dal solito Gervasio, mantiene comunque il suo sapore in perfetta linea con lo spirito di Paperinik.

Bum Bum e il salvadanaio prodigioso
Storia di: Corrado Mastantuono
Disegni di: Corrado Mastantuono

In questa nuova avventura, Bum Bum incontra di nuovo la Maschera Tribale che appare nello specchio del suo bagno ed è pronta a rispondere alle sfortune del povero papero. È così che Bum Bum entra in possesso di un particolare oggetto che a ogni elargizione monetaria risponde con un incidente. Questa cosa porterà a una sequenza di eventi uno più divertente e particolare dell’altro che coinvolgeranno anche Paperino, Archimede e Paperone. Ed è proprio la narrazione finale, che riguarda Paperone, la più esilarante, come meravigliosa è anche e soprattutto la vignetta finale.

Pippo e Manetta in: chi ha rubato i ghiaccioli?
Storia di: Giorgio Fontana
Disegni di: Valerio Held

Storia breve nella quale Pippo lamenta dei furti in casa ed è così che Manetta decide di aiutarlo. Nonostante i vari tentativi e le teorie elaborate per scovare il colpevole, i due dovranno venire a patti con la realtà e tornare alle vite di sempre e non saranno gli unici. Una storia veramente particolare, divertente, soprattutto per l’umorismo di Pippo e per le sue reazioni.

Zio Paperone e l’identità perduta
Storia di: Vito Stabile
Disegni di: Marco Rota

Quest’episodio è veramente d’altri tempi, perché troviamo Paperone al club dei miliardari che viene rimproverato per la sua poca beneficenza, ma quando incappa in un nuovo barbiere che ha aperto in città, le cose cambiano drasticamente, rivoluzionando il suo modo di fare e portandolo agli estremi. Questa è solo la prima parte, ma già dal modo con il quale viene raccontata e con il ritmo con il quale si succedono gli eventi, si riesce comunque ad assaporare l’essenza stessa della storia, che ha quel sapore particolare a metà tra il semplice e il coinvolgente.

Topolino insta stories: Pippo terzo incomodo vacanziero
Storia di: Roberto Gagnor
Disegni di: Davide Cesarello

L’ultima storia è dedicata prettamente alle vacanze estive e vede protagonista Minnie e Topolino che stanno per partire per le vacanze. Allora si aggiunge Pippo e ovviamente la sua stravaganza, che sarà determinante per godersi al meglio il viaggio, nonostante tutto. La storia è raccontata sotto forma di un diario digitale, espresso attraverso i social e quindi come se fosse un vlog fotografico, raccontando tutto con una leggerezza estemporanea e coinvolgente che fa dimenticare la leggerezza del racconto per farcelo godere al meglio.

Disegni e stile

Ancora una volta un recupero estivo, nonostante siamo in inverno, ahimé e la copertina la dice tutta.

-La storia di Paperinik è questa volta offerta da Vian che, a dispetto del disegnatore tradizionale, ha una linea molto più moderna che fa apparire i personaggi con un aspetto molto digitale, appiattendoli irrimediabilmente. Nonostante questo però, tra una puntata e l’altra, di sicuro nella seconda parte i personaggi, grazie anche a un tratteggio che comunque rimane piatto, riescono a emergere dalla scene con insospettabili volumetrie, offrendo così al lettore una visione differente del personaggio principale.

-Quando parliamo di Bum Bum già sappiamo che il disegno è la parte più goduriosa del personaggio. Le linee sono sicuramente più moderne, così come il personaggio e lo stesso accade gli altri presenti. Quello che riesce particolarmente bene sono proprio le espressioni di tutti i personaggi presenti e il mediare tra abbondanze di dettagli e semplicità che, rendono le vignette molto bucoliche e altre invece leggere da guardare.

-Anche questo disegno per Pippo e Manetta è molto moderno, non solo per la linea alle volte abbastanza presente, ma anche per il modo con il quale il tutto viene rappresentato. Molta semplicità, dettagli ridotti quasi all’osso, tanto da presentarci delle scene alle volte molto scarne, ma nota dolente sono i labbroni esagerati di Manetta.

-Per quanto riguarda il disegno di zio Paperone, ci ritroviamo ovviamente in uno stile veramente d’altri tempi che coinvolge quindi non solo la storia ma proprio il disegno, con questa linea molto semplice, inquadrature e pose dei personaggi ridotte al minimo, così come ridotti al minimo sono i particolari di sfondo che scompaiono a favore di colori a tinta piatta. Allo stesso modo perdiamo le proporzioni dei personaggi cui siamo abituati, per ritrovare quelle prettamente vintage e originali.

-Il disegno dell’ultima storia è sicuramente molto moderno, però devo dire la verità, probabilmente rispetto a tanti altri visti fino a questo momento, è quello che rappresenta al meglio le fisionomie di Topolino e che quindi addolcisce al meglio le sue espressioni e le fattezze del viso. Ma anche le espressioni e la grinta di Minnie e la bonarietà di Pippo riescono a uscire molto particolareggiate da questo episodio.

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14 e ogni venerdì alle 16, due nuove puntate!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento