@Re_Censo #324 TOPOLINO 3359

TOPOLINO
3359

@Re_Censo #324 TOPOLINO 3359

Oggi parliamo del numero 3359! Iniziamo!

@Re_Censo #324 TOPOLINO 3359

Zio Paperone e la Pietra dell’Oltreblù
Storia di: Bruno Enna
Disegni di: Alessandro Perina

Nel festeggiare il 500entenario di Raffaello, partiamo per una avventura in due tempi. Nel passato di Paperello, per conoscerlo, e nel viaggio di Paperone con Paperino, Qui, Quo, Qua in Italia, accompagnati dal professore Quagliaroli.
Qui c’è solo l’introduzione, l’arrivo in Italia e tutte le buone premesse per una storia raccontata con calma e organicità, condite con una buona dose di ironia e di spirito.
Il disegno ha uno stile molto chiaro, pulito, classico, stracolmo di elementi, con una bella linea.

Topolino, le origini – Scuole di furfanteria
Storia di: Danilo Deninotti
Disegni di: Ottavio Panaro

Questa storia è molto carina, familiare, semplice.
Ritroviamo Topolino, da giovane, agli inizi della sua carriera come giornalista e indagatore. Qui lo troviamo a fare la gavetta presso il giornale Eco di Topolinia, intento a fare da schiavo nel difficile mondo della cronaca. Il tutto scorre molto bene, tranquillo, fino forse all’evoluzione che porta sul finale, un po’ nuovamente sbrigativa.
Anche in questo caso, il disegno è molto bello, con una linea molto morbida, anche se molto presente, ma che riesce a creare degli ottimi volumi.

Area 15 – Cosplay alla riscossa!
Storia di: Roberto Gagnor
Disegni di: Claudio Sciarrone
Continuando a seguire Qui, Quo, Qua da adolescenti, questa volta li ritroviamo a rappresentare e rievocare, poiché per molto tempo non potremo farlo, una fiera del fumetto. I nostri adolescenti e i loro amici, si vestono in cosplay, propongono il loro fumetto ad un editore.
Insomma, una accozzaglia di roba che funziona come un aprire piccole finestre, che però di corale riescono ad avere poco, perché la vicenda è troppo veloce.
Il disegno è invece modernissimo nelle linee, nelle fisionomie, nelle proporzioni, nella scelta dei piani e nell’uso dei colori.

Paperino e la sorpresa sfiancante
Storia di: Daniele Vessella
Disegni di: Giampiero Ubezio
La fortuna sembra combattere per arrivare a Paperino e lui la ricerca e fa di tutto per raggiungerla. Storia molto breve, davvero una finestra piccolissima su un evento minuscolo e significativo per il personaggio.
Il disegno però non riesce a convincermi, con linee che si assottigliano moltissimo e arrivano quasi a scomparire nel colore, le fisionomie particolarmente deformi, un tentativo di voler realizzare qualcosa di classico, ma molto lontano dall’esserlo.

Paperino e i naufragi a ripetizione
Storia di: Marco Rota
Disegni di: Marco Rota
Episodio classicissimo sia nella sceneggiatura che nel disegno.
Stavolta, per interrompere una serie di naufragi sospetti, Paperone recluta i parenti a difesa di una sua nave carica d’oro. Paperino però, solito sfortunato, rimane a bordo quando il pericolo è scattato e, per di più, in uno slancio di autostima, prova a risolvere la faccenda a modo suo.
Evento divertente, semplicistico, contornato da un disegno davvero delizioso, d’altri tempi, incorniciato un layout di vignette che trascinano nella lettura.

Ciccio, Paperinik e le creature della fattoria
Storia di: Luca Tito Faraci
Disegni di: Lucio Leoni
Ciccio è in pericolo e ad aiutarlo è Paperinik, ma il pericolo trasforma in orrende creature persino ciò che è più innocuo e innocente nella dieta di un vegetariano.
Storia molto coinvolgente, trascinante, direi anche assai originale, vista l’accoppiata dei personaggi. Stranissimi i nemici ortaggi, ma il disegno non mi convince del tutto.
Linee nere molto presenti e uno stile un po’ deforme, mi disorienta in alcuni momenti, mentre in altri mi fa ritornare bambino.

TOP&FLOP!

Devo esser sincero, un numero interessante.
Sono contento del ritorno dei paperi in Italia, del ripresentare un artista importante attraverso i fumetti e anche del ritorno al passato di Topolino, che così sembra meno sbruffone e sottuttoio, perché agli inizi della carriera.
Ho apprezzato l’esperimento di Area 15, anche e la storia è davvero troppo semplicistica e bambinesca per i troppi salti e la presunzione di voler dire tanto, senza dir niente: un semplice rievocare nel lettore l’aria dei padiglioni di una fiera del fumetto.
Un numero che spazia nei generi, negli stili, che è bello da sfogliare e da lasciar scorrere gli occhi, lasciando che cadano dove più piace.

Ditemi il vostro parere su questo numero del Topolino nei commenti qui sotto e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ringrazio per la visualizzazione e aver passato del tempo assieme!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!