@Re_Censo #313 TOPOLINO 3353

@Re_Censo #313 TOPOLINO 3353

@Re_Censo #313 TOPOLINO 3353

Oggi parliamo del numero 3353! Iniziamo!

@Re_Censo #313 TOPOLINO 3353

Paperinik Land pt.1
Storia di: Marco Gervasio
Disegni di: Giorgio Cavazzano
Alla fine i piani del magnate Duckan si sono concretizzati e l’apertura del parco tematico è imminente. Paperino, che non ne sapeva nulla, è ben deciso a capire la situazione ed è pronto ad interrogare il ricco approfittatore, ma incappa in un incidente. Forse solo Archimede può aiutarlo.
Essendo la prima puntata, è molto immersiva, ma allo stesso tempo leggera e scorrevole. Far partire il protagonista con un deficit, già dall’inizio, è interessante, così come il disegno, tipico di Cavazzano, risulta molto moderno, pulito, chiaro, con una linea dinamica, inquadrature e impaginazioni fresche, ma le proporzioni classiche dei personaggi sono mantenute.

Ciccio e la versione migliore
Storia di: Pietro Zemelo
Disegni di: Marco Mazzarello
Mentre a Quack Town un millantatore vuole acquisire con la forza tutte le terre della campagna, compresa quella di Nonna Papera, Archimede si fa avanti con una sua invenzione per aiutarla e ad andarci di mezzo è il fin troppo tranquillo Ciccio.
La storia funziona molto bene e addirittura, per ciò che racconta, non sembra neanche quasi più Disney, tanto vien dipinta bene la cattiveria dell’antagonista.
Un ottimo espediente, non originale, ma usato in modo originale, reso col solito stile bucolico dei paperi, reso ancora più fitto, non tanto dai particolari, quanto da una linea di contorno nera, onnipresente e molto definita. Interessanti i tratteggi, ma trovo che in alcune scene i personaggi perdano la loro definizione e proporzioni.

Miao – Pennichella Numero Uno
Storia di: Giorgio Salati
Disegni di: Enrico Faccini
Malachia, il gatto di Paperino, è in cerca di un posticino comodo per poter riposare e lo trova nel posto più impensabile e per di più, nel momento meno o più opportuno a seconda dei punti di vista.
Storia breve, ma intensa, disegnata nel classico stile di Faccini, con i paperi che perdono le loro proporzioni, per poter essere più morbidi ancora, ammiccando per impostazioni e scene al vintage.

Un salto nel passato – L’Incredibile Corsa
Storia di: Massimiliano Valentini
Disegni di: Roberto Vian
Un nuovo viaggio nel tempo aspetta Pippo e il professor Zapotec e questa volta torneranno al 1907 per recuperare una vecchia auto da competizione persasi nel deserto. Purtroppo non sempre i piani ben congegnati riescono poi alla perfezione.
La storia e il disegno hanno il sapore di un qualcosa d’altri tempi. Seppur la linea sia molto moderna e modulare, forse in alcuni punti troppo digitale, il risultato è comunque interessante, ma continuo a non capire il perché dei denti di Pippo sopra alle labbra.

Zio Paperone e l’alleanza con doppio smacco
Storia di: Sune Troelstrup
Disegni di: Marco Rota
E parlando di stile vintage, torniamo indietro nel tempo con questa splendida storia che sembra pescata da un cappello magico, nella quale Paperone è messo sotto scacco dall’azione combinata di Amelia e dei Bassotti, ma a Paperone non lo frega nessuno.
Storia avvincente, alla prima maniera, molto semplice e funzionale, con una disposizione delle vignette e uno stile grafico che è molto semplice e datato, eppure ancora funzionante.
Interessante il ritorno del primo Deposito e della casacca tutta rossa di Paperone.

Topolino e i colpi che verranno
Storia di: Gabriele Mazzoleni
Disegni di: Maurizio Amendola
Un’altra storia dal sapore vintage, questa volta nel lato topesco della Disney, vede protagonista Topolino che incappa in un macchinario che sembra prevedere i colpi di alcuni malavitosi, permettendo al topo di fermarli con l’aiuto della polizia, mentre Gambadilegno sconta una pena in casa.
Un bell’intreccio, molto semplice e forse fin troppo, che però mantiene il lettore incollato alla scena.
Un po’ meno il disegno, da cui mi aspettavo di più, ma che si rivela essere meno pieno di dettagli e ben poco fedele alle proporzioni dei personaggi, deformandoli in alcune scene più del dovuto e previsto dallo stile appunto vintage, mantenuto almeno dall’impostazione delle vignette.

TOP&FLOP!

Alti e bassi in questo numero del Topolino, ma sottolineo semplicemente come siano belli i disegni di Paperinikland e diametralmente all’opposto, per stile e resa dei dettagli, dalle ultime storie più vintage, passando per le avventure di Malachia, un giusto ibrido tra il moderno e il passato.
Ancora molto incerto mi lascia la storia su Ciccio e nonna Papera, ma decisamente nostalgico mi trova quella su Zio Paperone e l’alleanza con doppio smacco.

Ditemi il vostro parere su questo numero del Topolino nei commenti qui sotto e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ringrazio per la visualizzazione e aver passato del tempo assieme!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!