@Re_Censo #301 TOPOLINO 3329

TOPOLINO
3329

Oggi parliamo del numero 3329! Iniziamo!

Topolino e il padrone del buio
Storia di: Francesco Artibani
Disegni di: Stefano Intini
Topolino corre nel futuro, nel 2447, per aiutare il suo amico Eta Beta che è in seria difficoltà. Quel che però serve a lui e al suo pianeta è un componente per il loro reattore che si trova solo nel passato. Sfruttando la storia per raccontare la differenza tra la fissione e la fusione nucleare, questa volta possiamo dare uno sguardo al pianeta di Eta Beta e ai suoi compagni. La difficoltà di leggere i loro dialoghi aumenta esponenzialmente, ma è un viaggio alquanto interessante e dinamico, come risulta dalla lettura e dal disegno, nonostante il design oltremodo futuristico.

Qui, Quo, Qua in… tre paperi in gioco – Grandi speranze ep.4
Storia di: Bruno Enna
Disegni di: Alessandro Perina
Mentre Anacleto allena la sua squadra, i genitori dei Pulcini si lamentano degli strani allenamenti tenuti da Paperoga per la sua e costringono così Paperino a cacciare via Paperoga e iniziare a parlare seriamente di calcio. Ma Paperoga può essere strampalato quanto si vuole, sotto sotto però resta sempre un inguaribile bonaccione e persino i suoi allenamenti iniziano a dare frutti.
La storia si discosta dal ritmo dei precedenti episodi ed è aiutato da un disegno molto pulito, chiaro, ma al tempo stesso bucolico, tipico dei paperi, che apprezzo molto.

Qui, Quo, Qua in… tre paperi in musica – note dolenti ep.5
Storia di: Bruno Enna
Disegni di: Marco Mazzarello
Mentre le squadre si allenano, anche Qua con la sua band continua ad esercitarsi. Purtroppo per loro, Qua si è affidato ad un bullo perché gli faccia da manager e la cosa inizia a torcersi contro l’intera band, costretta a dare buca al loro produttore.
Anche se la storia è alquanto breve e mostra il buono e il malvagio, alla fine dei conti sembrerebbe dare più un gancio alla futura produzione, introducendo X-MUSIC, che raccontare effettivamente qualcosa in più sulla vicenda attuale.
Il disegno ha delle linee molto presenti di contorno, che appiattiscono le figure che così sembrano poggiate sugli sfondi, molto più particolareggiati e facili da leggere, proprio per linee molto sottili e l’uso del tratteggio.

YOUNG DONALD DUCK – ep. 6 Grufus il Magnifico
Soggetto di: Francesco Artibani & Stefano Ambrosio
Storia di: Alesandro Ferrari & Stefano Ambrosio
Disegni di: Francesco D’Ippolito
Colori: Edizioni BD
Stavolta Young Donald e i suoi giovani amici sono alle prese con una sessione di D&D tutta particolare. Ma Young Donald si fa prendere la mano quando un compito scolastico viene interpretato nel modo sbagliato, riuscendo a creare confusione in tutta la scuola.
Strano ma vero, sono riusciti a farmi sorridere!
Trovate, gag, situazioni, questa volta avevano il giusto ritmo, ma l’intera faccenda è troppo veloce e si risolve in poche tavole.
Per di più torna l’odiosa versione di Paperino adolescente con lo sguardo da pervertito. Il che, con la Disney, non c’entra nulla.

Zio Paperone e l’isola furfantesca
Storia di: Roberto Moscato
Disegni di: Donald Soffritti
Paperone, Qui, Quo, Qua e Paperino sono all’inseguimento dei Bassotti che, non si sa come, sono riusciti a rubare dei soldi a Paperone. Arrivano però su un’isola che ha delle leggi al contrario e in galera finisce il riccastro con il nipote. A nulla sembrano valere i tentativi delle Giovani Marmotte di usare la legge e il diritto, finché le abilità dei ladri non si incrociano con quelle dei paperi.
La storia è di una rapidità incredibile, ma incredibilmente funziona molto bene, è avvincente, nuova, fresca. Peccato per la conclusione che così chiude il circolo narrativo dell’isola, ma ciò che più interessa è il disegno, moderno, fresco, pulito, con una linea molto modulare che così trasforma personaggi e sfondi donando volume a tutto.

TOP&FLOP!

Anche questa volta le Poste hanno deciso di gabbarmi e quindi dobbiamo recuperare, io ve lo avevo detto che sarebbe successo.
Questo volume è un po’ monotono.
Anche se ho apprezzato l’episodio quarto su Qui, Quo, Qua e il sesto su Young Donald, più per la storia e la sua narrazione, che il disegno in se, il divertimento vero c’è probabilmente proprio nell’ultima Zio Paperone e l’isola furfantesca, con un disegno che mi ricorda un non so che di francese, per le linee, le volumetrie e il ritmo della vicenda che fa godere ancora di più ogni vignetta. Strano, anche in questo caso, a dirsi, visto lo spessore esagerato delle linee di contorno.

Ecco, è a questo tipo di disegni che lascerei più spazio, basta con questi esperimenti che di disneyano non hanno nulla!
E voi che ne pensate? Vi aspetto nei commenti qui sotto e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ringrazio per la visualizzazione e aver passato del tempo assieme.

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!