@Re_Censo #276 TOPOLINO 3334

TOPOLINO
3334

Oggi parliamo del numero 3334! Iniziamo!

Papersera News presenta: Archimede e l’inventore inceppato
Storia di: Corrado Mastantuono
Disegni di: Corrado Mastantuono
Archimede ha lavorato talmente tanto per Paperone, da arrivare alla fiera della scienza, completamente distrutto e pieno di sonno. In suo soccorso, oltre a Paperino e Paperoga appare Bum Bum che farà il possibile per tenerlo sveglio durante la gara cui deve partecipare.
La storia è davvero carina, la natura di Bum Bum rende tutto molto fanciullesco e delicato.
La linea del disegno è molto morbida, delicata e al tempo stesso ogni vignetta è piena di elementi descrittivi e di personaggi che, soprattutto nelle scene finali mute, filtrano tutto il pathos e la tensione necessaria ad un gran finale.

Filo&Brigitta e i tesori di serie B e il Videoregistratore di Shakespeare
Storia di: Roberto Gagnor
Disegni di: Renata Castellani
Paperone incarica di nuovo Filo e Brigitta di ritrovare per lui un tesoro di serie B e i due partono per Londra, capitombolando da un salotto reale al Globe Theatre, indagando su quale sia questo tesoro. Ancora una volta non sono soli, Lusky e Rockerduck sono alle loro calcagna.
Anche se lo schema è ormai risaputo, la storia ha comunque quel magnetico che si lascia leggere con piacere ed il disegno contribuisce con uno stile classico, ma più dinamico, soprattutto per l’impaginazione delle vignette, decisamente moderno.

Amelia e lo Sciroppo Portentoso
Storia di: Blasco Pisapia
Disegni di: Blasco Pisapia
Amelia è dinuovo sul piede di guerra e questa volta tenta l’impossibile, per vie traverse, avvicinando una parente di Paperone per riuscire a metterlo fuori combattimento e rubargli la Numero Uno.
Blasco Pisapia ci presenta una nuova piccola perla che con la semplicità delle sue storie ci cala perfettamente nello scenario Disneyano, incantandoci non solo con la sua narrazione chiara e pacata, ma anche con un disegno classico, pulito, senza troppi fronzoli, dove ogni linea ha il suo perché e ogni espressione parla direttamente al lettore.

Pippo e l’inganno idroterapico
Storia di: Pier Giuseppe Giunta
Disegni di: Alessandro Gottardo
A Pippo fanno male i piedi e Topolino non è contento che usi uno dei rimedi dei suoi Bis-bis, quindi lo porta dal medico. Durante una delle terapie, avviene un furto e Topolino scompare. A indagare questa volta è proprio Pippo, con l’aiuto di un irreprensibile Gambadilegno.
Peccato, davvero peccato.
Il disegno è interessante, classico, semplice, forse dalle linee di contorno molto presenti, ma il problema è la storia che in due vignette, solo perché si doveva giungere alla fine, si annichilisce su se stessa, rovinandosi.

Minni, Clarabella e il magico silenzio
Storia di: Pietro B. Zemelo
Disegni di: Gigi Piras
Non tutti apprezzano il silenzio e Clarabella è una di queste. Con la sua lingua lunga, scatena l’ira delle sue compagne di lettura che decidono di farle una fattura per ammutolirla. Il problema è che… chi la fa l’aspetti.
Anche in questo caso, storia breve, ma funzionale perché semplice, lineare, diretta, apre una finestra su un episodio e la richiude.
Il disegno di Piras è sempre il solito, graffiato e scuro a causa delle linee nere molto presenti. Non proprio il mio preferito, anche se l’effetto pittorico ha il suo fascino.

Zio Paperone e l’avventiristico R.U.R.
Storia di: Fabio Michelini
Disegni di: Luciano Gatto
Dinuovo, Archimede grida all’Eureka per la nuova invenzione e subito Paperone vuole produrla in serie. La sua smania di fare soldi deve però passare da un collaudo e così ci capitano di mezzo Paperino, Qui, Quo e Qua. La sua solita fortuna non lo guarda di buon occhio ma questa volta a finire nei guai è anche Paperone, perché a Paperopoli anche i cespugli hanno le orecchie!
Una storia classica, classicissima, con un intreccio semplice, ma invitante e genuino che mette in mezzo una platea di personaggi che si muovono tutti all’unisono, percui non dispiace se si taglia troppo per giungere alla fine, perché il viaggio è comunque importante.
E in questo caso lo è proprio per merito di Luciano Gatto che torna col suo stile intramontabile!

TOP&FLOP!

Questi sono i numeri che piacciono a me. Storie stupende, disegni magnifici.

Sottolineo solamente il modo col quale Pippo e l’inganno idroterapico si è rovinato da solo per arrivare rapidamente al finale e Minni, Clarabella e il magico silenzio per lo stile di disegno così pittorico, ma così tanto lontano da quello genuino e classico che mi piace tanto, fortuna che tra Pisapia e Gatto, mi sono rifatto gli occhi… e il cuore!

Aspetto di sapere il vostro pensiero al riguardo nei commenti qui sotto e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ringrazio per la visualizzazione e aver passato del tempo assieme.

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

Precedente @Re_Censo #275 Cosa vedere ad Halloween? Consigli pratici! 2019 Successivo @Re_Censo #277 Dracula di Bram Topker | Topolino Limited De Luxe Edition

Lascia un commento