@Re_Censo #272 TOPOLINO 3332

TOPOLINO
3332

Oggi parliamo del numero 3332! Iniziamo!

Assieme a questo numero, in allegato c’era un libro in cartonato.
Ne abbiamo parlato in una puntata a parte.

Paperinik e la disfida di Villa Rosa
Storia di: Marco Gervasio
Disegni di: Lorenzo Pastrovicchio,
La sfortuna di Paperino è sempre a lavoro e questa volta a esser presa di mira è la Villa Rosa, base segreta di Fantomius e di Paperinik e del modo col quale ne è diventato proprietario. Una nuova lotteria l’ha rimessa sulla piazza e a contendersela sono Paperone e Rockerduck. È questo solo l’inizio, prima puntata, ma è raccontato con calma, il lettore può entrare a fondo, non si salta di palo in frasca, insomma, bello da leggere, fresco, ben ritmato.
Stupendo è il disegno, carico di dettagli, un uso interessante del tratteggio, per sottolineare espressioni, drammaticità e volumetrie. Un po’ meno contento per alcune linee di contorno troppo presenti e forse per la stampa di poco fuori registro.

Zio Paperone e la Luna d’occasione
Storia di: Alessandro Sisti
Disegni di: Francesco D’Ippolito
La corsa alla conquista dello spazio riguarda anche Paperopoli e anche in questa occasione, a scontrarsi sono Paperone e Rockerduck, il primo sempre un passo avanti, ma furbissimo a usare qualcosa del passato. Vic, amico di Paperino, fa un giro sulla nave spaziale di Paperone per vederne le capacità e giudicare con chi fare affari per raggiungere la Luna, ma l’avventura prende una piega diversa da quella prospettata persino da Qui, Quo, Qua.
Storia interessante, leggera, semplice ma godibile, come il disegno, stupendo, chiaro, disenyano fino al minimo particolare. Questa volta gli sfondi sono a tinte piatte, mentre le ombre dei personaggi sono sfumate.

Paperino, Gastone e il ciuffo ribelle
Storia di: Giorgio Fontana
Disegni di: Giulio Chierchini
Storia breve dal disegno un bel po’ retrò, nella quale Paperino tenta di vendicarsi di Gastone e della sua fortuna sfacciata, sabotandolo. Ma la dea bendata è sempre prodiga verso questo suo papero.
Storia carina, ma con dei problemi: Gastone se la canta da solo, Paperino diventa rapidissimo.
Lo stile di disegno, ormai davvero datato, mi fa fare un salto indietro nel tempo e tanto basta.

Paperoga e l’anti-intrusivismo edilizio
Storia di: Danilo Deninotti
Disegni di: Alberto Lavoradori
Già il titolo è stato difficile da leggere, sono andato all’indice per capirlo.
Storia breve, per fortuna, nella quale Paperino parte con i nipoti e ad occuparsi della sicurezza di casa sua rimane Paperoga che decide di applicare alla lettera l’ennesimo corso di formazione cui ha partecipato.
Se chiudo gli occhi e penso alla storia, è carina, ma troppo frettolosa.
Al contrario, se guardo il disegno, piango. È quel disegno che con la Disney non c’entra nulla, dal tratto pittorico e spigoloso, surreale, che se ne infischia delle anatomie canoniche, seppur le espressioni di Paperoga… mi fanno comunque scompisciare.

Paperino Paperotto e la corsa dei lavatoi
Storia di: Valentina Camerini
Disegni di: Alessia Mastusciello
Per il FAI, la IF dell’Istituto Vanni di Viterbo ha portato in luce un elemento della loro città, i lavatoi, luoghi di aggregazioni del tempo, dove si lavavano i panni e si trascorreva il quotidiano. Per fare ciò e sottolineare l’importanza dei luoghi e del territorio, Paperino Paperotto vive una nuova avventura: con i suoi amici si sfida a duello piratesco, con tanto di sirene e fate. Ma il lavatoio dove giocano cade a pezzi. Gli adulti sono tutti troppo presi dalle loro incombenze per preoccuparsene, quindi Paperino e i suoi amici decidono di risvegliare i loro ricordi.
Un metodo dolcissimo col quale sensibilizzare i nostri giovani e soprattutto far ricordare a noi più vecchietti che fermarsi ad ascoltare i ricordi non sempre è un male.
Storia carinissima e disegno splendido, classico, immersivo e carico di dettagli.

Victorian Ladies – Minnie e i colori della scienza
Storia di: Paolo Venerus
Disegni di: Paolo De Lorenzi
Minnie rievoca una storia passata di una sua antenata, vissuta in epoca vittoriana, periodo nel quale i viaggi per nave erano usati per conoscere e scoprire il mondo. Questo equipaggio, con Minnie Seamouse, viaggiano nell’Atlantico, fino alle isole Azzorre e Capo Horn.
Stupenda storia, con particolare attenzione per i dettagli, tanto da sembrare una vera rievocazione storica, condita di umorismo e battute divertentissime, strisce di fumetto davvero splendido, comico e immediato.
Disegno interessante, che gioca con gli spessori delle linee per far leggere meglio le profondità dei piani e colori che non creano caos, ma permettono una bella lettura di ogni dettaglio.

TOP&FLOP!

Torniamo ad alzare l’asticella con questo numero e quindi vediamo storie più interessanti e belle, togliendo, ma è inutile dirlo, la storia breve di Paperoga e l’anti-intrusivismo edilizio, e stesso discorso possiamo fare con il disegno, meraviglioso nei titoli di Paperino Paperotto, come in quello di Paperinik e la disfida di Villa Rosa e, perché no, Victorian Ladies.

Discorso a parte per Paperino, Gastone e il ciuffo ribelle, disegno d’altri tempi, stile ormai completamente sparito e non so come sia tornato in stampa, ma è sempre interessante poterlo rivedere. Croce nera invece su Paperoga e l’anti-intrusivismo edilizio.

Adesso però ditemi voi cosa ne pensate, vi aspetto nei commenti qui sotto e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

Precedente @Re_Censo #271 La Scienza raccontata da TOPOLINO e PIERO ANGELA Successivo @Re_Censo #273 Breaking Bad

Lascia un commento