@Re_Censo #261 TOPOLINO 3324

TOPOLINO
3324

Oggi parliamo del numero 3324! Iniziamo!

Paperinik e l’inghioppo del B&B – pt. 1
Storia di: Marco Gervasio
Disegni di: Marco Gervasio
Come abbiamo visto già in altre storie, la moda dei B&B spopola anche a Paperopoli. Stavolta è Paperone a volerne approfittare, a spese di Paperino che viene così sfrattato di casa. Decide così di vendicarsi, indossando i panni di Paperinik, ma qualcun altro sembra aver avuto la sua stessa idea.
La storia scorre molto facilmente, è la prima  parte, quindi staremo a vedere, ma il piatto forte è sicuramente il disegno, molto bello, ben curato, pulito e con una colorazione che aiuta la lettura delle figure grazie anche alle ombre e al tratteggio.

Papere all’ultima spiaggia
Storia di: Gaja Arrighini
Disegni di: Nico Picone
Paperina e le amiche sfruttano Paperino per trovare la spiaggia perfetta, finché a lui non saltano i nervi e le pianta in asso. Ma le amiche non sono sole. Raggiunte da una minaccia, cercano in tutti i modi di trarsi in salvo e non farsi derubare. Intrigante, molto trascinante e con un plot twist finale originale.
Persino il disegno, che di solito non mi fa impazzire per le pose dei personaggi, quasi raso terra, ha il suo perché, riuscendo a dare molta enfasi ai personaggi in primo piano e alle loro espressioni, quasi magnetiche.

YOUNG DONALD DUCK – Il club dell’avventura
Soggetto di: Francesco Artibani e Stefano Ambrosio
Storia di: Francesco Artibani
Disegni di: Stefano Intini

Colori di: Edizioni BD
Una nuova serie di storie che vede protagonista Paperino, come teenager. Lo vediamo quindi a casa di Nonna Papera a Quack Town, intento a concentrare le sue energie su inezie e cose di poco conto, secondo il pensiero del ricco zio di città, Paperone. Questa volta è con un suo amico che vuole mostrargli come guadagnare senza il minimo sforzo, mettendo però sottosopra l’intera città.
Dopo Paperino Paperotto, un po’ più ingenuo e da bambini, questo fumetto ha un cuore più profondo che si dipana tra le due visioni di Nonna Papera e di Zio Paperone che, vista l’epoca, veste ancora i suoi abiti blu e non rossi, una coerenza interna che mi è piaciuta davvero molto.
Come anche la lettera che riceve Paperino a fine storia e che segna il punto di crescita, un po’ come la lettera da Hogwarts.
Unico appunto sul disegno che voglio fare è sulla linea, molto digitale, molto doppia che esalta e isola le singole figure dallo sfondo, sfruttando vignette molto arieggianti e colori quasi sempre piatti.

Rock Sassi e Manetta in… una giornata esplosiva
Storia di: Gabriele Panini
Disegni di: Massimo Asaro
Altra storia breve nella quale i due poliziotti sono protagonisti. Li leggiamo che gli eventi sono in pieno svolgimento e i due rincorrono un ladro che spera di farla franca. Piccole scene d’azione, molto semplici, chiare e leggibili, col il tipico finale positivo che dipinge il bene e i malfattori in modo tradizionale.
Storia quindi che si legge attraverso un disegno, anche questo, dalle linee molto doppie e presenti, colori scuri e a tinte piatte.

I Corti di paperino – un bel posticino
Storia di: Vito Stabile
Disegni di: Fabio Pochet
Paperino, Qui, Quo, Qua sono in vacanza e lo zio vuole sistemarsi nel suo posto preferito in montagna, quando uno sconosciuto sembra essersi impossessato dell’appezzamento di terra e aver distrutto i sogni del protagonista. Storia tipica nella quale Paperino da il peggio di se, mostrandosi come figura poco educativa con i nipoti, sfogando tutta la sua collera in piani, uno più assurdo dell’altro, per far andare via l’occupante “abusivo”. Il continuo rimpallo tra i due è ritmato dalla reazione dei nipoti, decisamente più matura e sana rispetto a quella di Paperino.
Storia che così prende un tono decisamente meno burlesco, ma profondo e riflessivo, accompagnata da un disegno a dir poco speciale, con una linea sottilissima di contorno, molto fine e posso dire raffinata, che fa respirare gli sfondi, i personaggi, senza appesantire una gabbia già pienotta per la disposizione delle vignette.

Indiana Pipps e la tavola del Re delle Onde
Storia di: Sisto Nigro
Disegni di: Roberto Vian
Indiana viene richiamato all’Università nella quale ha studiato per un’importante compito: ritrovare un’antica tavola da surf, avvolta dal mistero e dalla magia, in compagnia col suo acerrimo nemico ed eterno secondo, Kranz. Come quasi tutte le storie su Indiana che ho letto, ha delle buone premesse, ma nello svolgimento si accartoccia su se stessa e inciampa, tagliando qua e là, per raggiungere in fretta una soluzione arzigogolata, nascondendo i retroscena o perdendo la bellezza del racconto e il punto di vista di altri personaggi lì presenti.
Il disegno è alquanto strano: alterna figure dei personaggi come se fossero elaborate in vettoriale, con queste linee molto curve, alle volte facendo risaltare persino i denti di Indiana sopra le labbra, accompagnando sfondi di tutt’altro genere, molto più classici nelle tecniche, con tratteggi interessanti che creano atmosfere che non c’entrano nulla con la resa dei personaggi.

TOP&FLOP!

Mi ero appena lamentato che avevamo avuto solo 4 storie, che ne sono arrivate 6, tutte di colpo.

Per come sono disegnate, vi segnalo di sicuro Paperinik e l’inghioppo del B&B – pt. 1 e I Corti di paperino – un bel posticino, davvero stupendi i disegni, i colori, le linee. Mentre per Indiana Pipps e la tavola del Re delle Onde, già capite da voi che non apprezzo affatto il risultato finale.

Le storie che sono risultate più belle a leggersi, trascinanti e coinvolgenti, sono YOUNG DONALD DUCK – Il club dell’avventura e I Corti di paperino – un bel posticino, entrambe per il messaggio che mandano sia sulla visione educativa di Nonna Papera e Zio Paperone, che sul comportamento di Paperino rispetto a quello più maturo di Qui, Quo, Qua.

Adesso basta, ho parlato troppo, vi aspetto nei commenti qui sotto e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

 

 

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!