@Re_Censo #139 TRAVELERS – Stagione 1

TRAVELERS
Stagione 1

Ciao a tutti e bentornati sul canale! Sono Dario e questa è Re_Censo, la videorubrica di libri, fumetti, manga, film e telefilm prodotta dal mio studio di grafica OIRAD. Se ancora non siete iscritti al canale, cliccate come sempre il tasto qui sotto e la campanella a lato per le notifiche.
Oggi torniamo a parlare di un futuro distopico. Non vi dico altro, dovete rosicare il tempo della sigla, quindi… Iniziamo!

La serie TV di cui vi parlo oggi, che ha debuttato nel 2016 su Showcase e poi su Netflix, la rapporterò, per un confronto, ad una serie del 2004, 4400.

Perché?
La risposta è semplice: guardando TRAVELERS, alcuni elementi fondamentali mi hanno fatto ricordare di 4400. In primis, TRAVELERS è ambientata ai giorni nostri, così come 4400, ma la prima vede giungere dei viaggiatori dal futuro. Attraverso un trasferimento di coscienza, dal futuro vengono inviate delle persone addestrate, affinché occupino dei corpi che stanno per morire.

Questi ospitanti muoiono comunque, e la loro coscienza fa spazio a quella in arrivo dal futuro. Altri dettagli non voglio darvene, è bello vedere e conoscere man mano.

Gli ospitati dovranno poi continuare e proseguire le vite degli ospitanti e impedire, al contempo, alcuni eventi, per sanare e rimediare ad alcuni aspetti catastrofici del futuro del pianeta Terra.

4400 invece, è l’apparizione di 4400 persone che nel corso della storia sono sparite e poi riapparse tutte assieme da una sfera di luce scambiata per una cometa. Dopo una quarantena, questi 4400 possono ritornare nel mondo, ma alcuni di loro sono stati strappati da un passato talmente lontano, che non riescono a riambientarsi, e altri ritrovano pezzi della loro vita, familiari che sono andati avanti dopo la loro scomparsa.
Quindi iniziano a manifestarsi alcuni episodi ed eventi che mostrano che i 4400 hanno dei poteri paranormali. Questi poteri sono stati dati loro per migliorare il presente ed evitare l’estinzione della razza umana.

Entrambe le due serie TV hanno in comune questo sistema: riparare il passato, nostro presente, per salvare il futuro, loro presente. E per farlo, i Viaggiatori ricevono ordini dal futuro tramite il deep web, mentre i 4400 sono lasciati quasi liberi di agire, scoprire chi sono e cosa sono, per mettersi al servizio di tutti e costruire un mondo migliore.

Insomma, dopo 12 anni si prova a riportare sullo schermo un modo di fare fantascienza che prevede la prevenzione di un cataclisma futuro, tramite il potenziamento o comunque l’intervento consapevole, di alcuni personaggi che o sono migliorati da poteri o semplicemente addestrati.

I Viaggiatori, aspetto interessante, vengono inviati in squadre. Il caposquadra protagonista di questa serie, è Eric McCormack, conosciuto per Will&Grace, bello vederlo in un ambito diverso. La sua squadra è poi formata da un medico, un ingegnere, uno stratega e così via, ognuno di loro entra in un corpo e in una vita da portare avanti, che ha dei problemi, fisici, familiari, personali e con essi dovrà avere a che fare, creando così un insieme di lunghe sottotrame che dà profondità e sostanza alla storia. Perché, dopotutto, sono queste storie, queste vite, che loro sono venuti a salvare. Certo non direttamente.

Seguendo un codice rigido, nella prima stagione si introducono i Viaggiatori, si capisce chi siano, cosa debbano fare e seguiamo la squadra protagonista nella loro missione più importante, quella che da quindi l’avvio alla serie. Serie che viene interrotta, sul finale di stagione, con una puntata tronca il che rende il finale scioccante e quasi inaccettabile, seppur la storia sia bella, interessante e, forse, molto semplice, anche se forse un po’ pretenziosa. Ma questa pretesa, appunto, scompare col finale di stagione. Fortuna che vi è la seconda stagione, ma di questo vi parlerò nella prossima puntata

Quello che vorrei sapere da voi è: avete visto 4400? Io mi ero innamorato dei personaggi. Così semplici, forse prevedibili. Ma hanno cancellato la serie… quindi, fine, addio.
Cosa ne pensate di queste storie dal futuro distopico, che prevedono un futuro talmente pericoloso per l’umanità, da rendere obbligatorio riscrivere alcuni elementi chiave del passato per preservare e ricostruire il futuro? Secondo voi, funzionano? Io, seppur mi piaccia tutto ciò, penso che a lungo andare possa divenire un sottogenere che stanchi molto.

Ditemi la vostra, nei commenti qui sotto, e se volete indicatemi, tra le due serie, il vostro personaggio preferito! Ricordatevi che se questa puntata vi è piaciuta,  mettete mi piace qui sotto e di condividerla con i vostri amici!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter e Google Plus, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram! Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube! Ogni venerdì alle 16, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!