@Re Censo #328 TOPOLINO 3361

TOPOLINO
3361

@Re Censo #328 TOPOLINO 3361

Oggi parliamo del numero 3361! Iniziamo!

@Re Censo #328 TOPOLINO 3361

Topolino e la casa dei dipinti che fingono
Storia di: Andrea Castellan
Disegni di: Andrea Castellan
Il sogno di Pippo e Topolino si sta per realizzare. Prendere casa assieme per le vacanze al mare! Ma mentre Pippo è tutto entusiasta e prende sottogamba ogni cavillo, Topolino è pensieroso su tutto e quando gli abitanti del paesino restano sconcertati dall’acquisto, Topolino non riesce a capacitarsi delle voci che attorniano quella casa. La sua casa.
Storia molto intrigante, molto metafisica, possiamo dire, nella quale tutto scorre tranquillamente, per poi prendere una piega veloce, ma per fortuna il disegno è alquanto interessante, soprattutto nella scelta stilistica del colore che va a indicare la differenza di realtà, giocando sui toni più saturi e meno saturi, cupi, per fare la distinzione.
Per quanto riguarda il tratto, Topolino sembra strizzare l’occhio a linee più vintage e poi più moderne, rimanendo nel mezzo. 

Zio Paperone e la Pietra dell’Oltreblù – Ep. 3
Storia di: Bruno Enna
Disegni di: Alessandro Perina
Un altro indizio porta Paperone, Paperino, Qui, Quo, Qua, Quagliaroli e Lucilla tra le botteghe di Firenze, all’esplorazione per cercare un altro tassello ancora, sulla via del mistero della pietra dell’oltreblù. Ma a seguirli, sotto mentite spoglie, c’è la Strega Amelia che, per quanto tosta e capace, ha una fortuna pari a quella di Paperino.
Anche in questo caso, il disegno è spettacolare, davvero entusiasmante, nella sua semplicità, il modo col quale si ricreano piccoli scorci urbani della Firenze papera.

Miao – Una visita sgradita
Storia di: Giorgio Salati
Disegni di: Enrico Faccini
L’atavica paura che gli animali hanno nei confronti del veterinario è una cosa da non credere e solo chi vede il loro cambiamento in sala d’attesa è testimone di ciò che può succedere. Non scendo nei dettagli, per non ritrovare ricordi dolorosi, ma per fortuna la storia è riuscita a strapparmi un sorriso e il disegno aiuta e accompagna l’ennesima disavventura di Malachia e Paperino, nello stile morbido, delicato  e personale di Faccini.

Zio Paperone e l’alta finanza – Zio Paperone e il Cripto Deposito
Storia di: Alessandro Sisti
Disegni di: Vitale Fabio “Manvi” Mangiatordi
Storia molto ben raccontata, nella quale Rockerduck sfida ancora una volta Paperone che, mestamente incassa il colpo, o così sembra. Mentre vediamo Rockerduck accrescere il proprio patrimonio e il suo progetto di criptovaluta, Paperone non sembra interessarsi minimamente alla cosa, finché il tracollo ha inizio.
Bel ritmo, bella storia, molto educativa in perfetto stile Disney, così come è il disegno, bello, pulito, sintetico e descrittivo quanto basta, soprattutto nel dosare il tratteggio.

Pippo&COps – Un nascondiglio praticamente imperfetto
Storia di: Gabriele Panini
Disegni di: Maurizio Amendola
Breve episodio nel quale Pippo è un semplice, ma non tanto, inciampo nei piani di un ennesimo ladruncolo che incrocia così il suo strampalato quotidiano.
Decisamente più organico e meno artificiosa di altre storie precedenti, col suo solito stile di disegno davvero semplice, che migliora molto il modo col quale Manetta è raffigurato, ma restano molto presenti i suoi labbroni spropositati.

Paperino e il ritorno del Bassotto trasformista
Storia di: Gabriele Mazzoleni
Disegni di: Valerio Held
Una volta tanto sembra che la fortuna giri anche per Paperino. In questa storia lo troviamo di ritorno da una vacanza, vinta per puro caso. Oppure no? Casa sua è occupata da Trasformista, un parente dei Bassotti che ha iniziato a fingersi Paperino per i suoi scopi malevoli.
La vicenda è davvero molto trascinante, carica di tensione e di mistero che così spinge il lettore ad leggere rapidamente per arrivare a scoprire l’arcano.
Il disegno è molto classico, molto bello, Paperino, ma un po’ tutti gli altri paperi, è rappresentato molto piccolo, aggraziato, compatto nelle proporzioni. Unica pecca che trovo è il modo col quale si deforma il suo becco, soprattutto all’inizio, in modo poco naturale, poco disneyano.

TOP&FLOP!

Non ho davvero nulla da dire su questo numero. Sono davvero molto soddisfatto da questa lettura!

Iniziamo benissimo, con la storia di Topolino e la casa dei dipinti che fingono, continuato altrettanto bene, con una certa maturità, anche con il terzo episodio su Paperello Sanzio. Mi sono quasi commosso nel rivivere i momenti dal veterinario con Miao e allentiamo poi la tensione con Pippo&COps, giusto per immergerci nell’ultima storia di Paperino e il ritorno del Bassotto trasformista.
Tutte storie studiate davvero bene e rese altrettanto bene con i disegni che le danno vita, tutti che strizzano l’occhio alla classicità disneyana e con una bella dose di modernità, alle volte nel disegno, altre nella sola linea o colore, altre volte nell’impaginazione delle vignette.

Ditemi il vostro parere su questo numero del Topolino nei commenti qui sotto e se la puntata vi è piaciuta, ricordate di mettete mi piace e di condividerla con i vostri amici e se ancora non vi siete iscritti, cliccate il pulsante e la campanella a lato!

Vi ringrazio per la visualizzazione e aver passato del tempo assieme!

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14, una nuova puntata!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare un nuovo Topolino e a volare nel mondo della fantasia Disney!

Re_Censo

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate me!