Addio a Luca Boschi, grandioso sceneggiatore e fumettista italiano

Addio a Luca Boschi
grandioso sceneggiatore e fumettista italiano

Luca Boschi è nato a Pistoia il 18 gennaio 1956.

Addio a Luca Boschi, grandioso sceneggiatore e fumettista italiano

La sua vita è stata la sua carriera e la sua carriera è stata la sua vita, interamente dedicata al disegno e al fumetto.

Apparso infatti come sceneggiatore, disegnatore e giornalista sulle più diverse testate, tra cui ricordiamo “Métal Hurlant“, “Banc-Titre“, “L’Eternauta“, “Duel“, “Mickey Parade“, “Lupo Alberto” e “Starcomìx“, Boschi ha collaborato come autore anche in “Bonelli” e “Topolino“, nel quale appariva anche nelle pubblicazioni settimanali.

I suoi scritti e disegni appaiono già a partire dei primi anni ’90 e sotto la sua cura sono arrivate alla stampa le collane della DC-Vertigo come “Sandman“, “Shade” e “Hellblazer“, mentre per Comic Art si è interessato della collana di “Braccio di Ferro” dal 1994 al 1995.

Addio a Luca Boschi, grandioso sceneggiatore e fumettista italiano

Autore della collana “Walt Disney Presenta“, ha lavorato per “Zio Paperone” e “I Maestri Disney” fino a chiusura di entrambe le riviste, ma anche a “I Classici Disney” e “I Grandi Classici Disney” e tanti altri, arrivando quindi in casa Panini dove è stato supervisore per cinque anni per “Simpsons Comics“.

Boschi ha anche collaborato con DeAgostini e ha curato testi e immagini del quindicinale “Disney Story” e dato il suo contributo alla collezione in DVDSupergulp!“, allegato de “La Gazzetta dello Sport” del 2009.

Addio a Luca Boschi, grandioso sceneggiatore e fumettista italiano

Con “Il Corriere della Sera” ha curato la collana settimanale di 48 volumiLa grande dinastia dei paperi” e quella di 38 volumiGli anni d’oro di Topolino“, mentre in “Sergio Bonelli Editore” ha collaborato alle collane degli “Almanacchi” e “Magazine“.

Del 2014 invece è “UACK! presenta Paperopoli“, “I Migliori Anni Disney” e i 51 volumi de “Le Grandi Storie Disney – L’Opera Omnia di Romano Scarpa“.

Nel 2015 esce la collana in 31 volumiTopolino Story” e dal 2017 al 2018 ha curato le 60 uscite di “Popeye“, del Braccio di Ferro di Elzie Crisler Segar. Dello stesso periodo è anche “Cocco Bill e il meglio di Jacovitti” in 71 volumi che vinse così nel 2018 il “Premio Anafi” come “Miglior iniziativa editoriale del 2017“.
Ormai legato al personaggio, dal 2020 al 2021 ha curato il mensile di Braccio di Ferro edito da “Editoriale Cosmo“.

Luca Boschi è stato anche un richiestissimo insegnante di fumetto e cinema di animazione, insegnando a Firenze alla “Scuola Internazionale di Comics“, ma è anche stato autore e conduttore radiotelevisivo.

Conosciuto e apprezzato per tutto lo stivale, ha prestato la sua opera e la sua visione del fumetto per il “Salone Internazionale dei Comics di Lucca“, al “Dylan Dog Horror Fest” di Milano, per la “Fiera del libro per ragazzi di Bologna“, il “Cartoomics” ed è stato a lungo Direttore Culturale del “Lucca Comics“, mentre dal 2001 al 2016 lo è stato per il “Salone Internazionale Napoli Comicon” e chi lo ha frequentato quando ancora era al Castel Sant’Elmo lo ricorderà col suo immancabile cappellino calcato in testa. Dal 2012, la manifestazione si è spostata alla Mostra d’Oltremare e ha allargato la sua influenza nel “Comicon Off“.

Addio a Luca Boschi, grandioso sceneggiatore e fumettista italiano


Di mio lo ricordo, proprio alle mie prime esperienze al Comicon, perché seguirne le conferenze e gli incontri era un privilegio. Ricordo il confronto che abbiamo avuto, eravamo pochini e le cose intime erano le più belle, con l’editore francese di “Mafalda” e più in generale nel commento attento e alle differenze dell’editoria italiana e francese.

Ha lavorato anche come aiuto regista nel 2010 per il film documentario sulla Resistenza, e anche per il Teatro con Giulio Giorello e Stefano De Luca, diventando autore dello spettacolo “Darwin… tra le nuvole“.

Autore e coautore con altri colleghi, lo ricordiamo per le sue opere, saggi e monografie come “Frigo, Valvole e Balloons” che gli è valso il “Premio Franco Fossati per il miglior saggio dell’anno“.
Vince nel 1994 il “Premio Fumo di China per la migliore rivista italiana“, “DC Comics Presenta“, e due anni dopo quello per il “miglior sceneggiatore umoristico“.
Nel 2009 vince il “Premio Luciano Bottaro” per il suo blog “Cartoonist Globale” e nuovamente nel 2013 vince il “Premio Franco Fossati” col volume “I Disney Italiani“.

Nel 2021 viene nominato Commissario di valutazione nell’ambito dell’iniziativa “Promozione Fumetto” indetta dal Ministero della Cultura del Governo Draghi.

Luca Boschi è morto oggi, 3 maggio 2022 nella sua città, Pistoia, a causa di una lunga malattia.

Di lui ricorderò sempre la immensa disponibilità, il forte e generoso modo di fare, come anche l’ampio e sincero sorriso. Chi lo ha incontrato e conosciuto, sa che è sempre stato disponibile, largo di consigli e immensamente umile, nonostante gli attriti di chi non ha mai voluto riconoscergli meriti o apprezzamento.
La sua è stata una carriera straordinaria, una vita straordinaria perché ha vissuto del suo lavoro e della sua passione.

Addio, Luca.

Addio a Luca Boschi, grandioso sceneggiatore e fumettista italiano

Vi ricordo che sono su Facebook, Twitter, ma mi trovate anche su Periscope, Instragram e Telegram!
Non dimenticate di sfogliare le altre notizie su www.re-censo.it e di iscrivervi al Canale YouTube!
Ogni lunedì alle 14 e ogni venerdì alle 16, due nuove puntate!

Sempre qui, sempre su Re_Censo, pronti a sfogliare nuove storie e a volare nel mondo della fantasia!

Re_Censo

Pubblicato da Re_Censo

Re_Censo è un nome inventato, gestito, prodotto e presentato da "OIRAD Studio d'Arte Grafica di Piedimonte Dario". Format di videorecensioni di libri, fumetti, manga, anime, film e telefilm.

Lascia un commento